La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Good Morning Aman

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2009
Settimana Internazionale della Critica

..............................



Good Morning Aman

(Good morning Aman)

Film del: 2009     Genere: Drammatico
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 13/11/2009   


La trappola in cui cade il film di Noce è però il film stesso. Lo sviluppo narrativo è, seppur ammirevole, complesso e contorto


Trama:

La storia di amicizia tra il giovane Aman, un ragazzo italiano di origine somala e Teodoro, un ex pugile di quaranta anni vittima del suo doloroso passato.
Sarà proprio l’amicizia che Aman offre a Teodoro a permettere a quest’ultimo di uscire dall’isolamento in cui vive da anni.



Vota il film!

Voto medio: 5,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Good Morning Aman

Per un opera prima le difficoltà sono sempre dietro l'angolo, ed per questo che risulta quanto mai azzardata, ma senza dubbio stimabile, la scelta di Claudio Noce, il quale per il suo primo lungometraggio intraprende una strada tortuosa e piena di ostacoli, trattando dei temi nobili e toccanti, ma al tempo stesso scomodi e per nulla facili da trasporre sulla scena.

Good Morning Aman è la storia di un ventenne somalo, che vive in Italia da quando era bambino, ed è alle prese con tutte le difficoltà che l'integrazione porta con sè. Mentre i suoi sogni e le sue speranze lottano per non annegare in un mare di complicazioni, Aman cerca di rimanere a galla grazie alla sua forza di volontà, e all'aiuto di Teodoro, un ex pugile che lo accoglie nella sua casa, cercando in tal modo di rasserenare la sua tormentata coscienza.
Due vite e due persone profondamente diverse, che però si attraggono come poli opposti, trascinati l'uno nella direzione dell'altro da un reciproco bisogno.
In questo sono perfettamente valenti gli interpreti; un Mastandrea abile nel calarsi nei panni di un uomo ambiguo e confuso, vittima della depressione, ma capace di tirar fuori un sarcasmo calzante, e il giovane Said Sabrie, assolutamente esemplare nel far ruotare il suo personaggio, e forse persino la storia, intorno alla sua mimica facciale e ai suoi intensi sguardi.

La trappola in cui cade il film di Noce è però il film stesso. Lo sviluppo narrativo è, seppur ammirevole, complesso e contorto, e compie numerosi giri intorno a sè, avvolgendosi come un nodo troppo difficile da sciogliere, finendo pertanto vittima del suo medesimo gioco.
Il sovraccarico di temi è palpabile: l'integrazione, il razzismo, la droga, l'affetto, lo sfruttamento sul lavoro, e molto altro ancora.
Da un certo punto di vista però queste sono tutte realtà del mondo di cui facciamo parte, e raccoglierle insieme quando vengono raccontate determinate verità non fa che rendere la storia più autentica e concreta.

Probabilmente per il pubblico non sarà facile trovare l'uscita da un così cervellotico labirinto, ma il guscio di Good Morning Aman è di fattura decisamente prevegole, e infonde speranza in chi non riteneva più il Cinema italiano capace di osare, e di sperimentare un prodotto in grado di sviare gli standard.

(Tiziano Costantini)



Cast

Said Sabrie   Said Sabrie

... Aman

Valerio Mastandrea   Valerio Mastandrea
(37 anni circa in questo film)

... Teodoro

Anita Caprioli   Anita Caprioli
(36 anni circa in questo film)

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Claudio Noce

Sceneggiatura

 

Claudio Noce / Elisa Amoruso / Diego Ribon / Heidrun Schleef

Fotografia:

 

Michele D'Attanasio

Produzione:

 

Good Morning Aman

Distribuzione:

 

Istituto Luce

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................