La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Lebanon

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2009
Concorso Venezia 66

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




12/09/2009
Venezia 66: vince Lebanon


08/05/2010
Videod(r)ome – La guerra vista da dentro un carrarmato

..............................

Lebanon

(Levanon)

Film del: 2009     Genere: Drammatico / Guerra
Durata: 92 minuti   Uscito al cinema il: 23/10/2009   


Dopo Walzer con Bashir, un altro importante documento, anche questo però personalissimo, su una delle più sanguinose guerre del secolo scorso


Trama:

Prima guerra del Libano - giugno 1982. Un carro armato solitario è inviato a perlustrare una cittadina ostie. Su di esso, 4 giovani reclute...



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Lebanon

Il 6 giugno 1982 Samuel Moz uccise un uomo per la prima volta nella sua vita. Era in Libano, ed era un soldato israeliano. Venticinque anni dopo, Moz ha scritto la sceneggiatura di Lebanon, il film presentato in concorso alla 66° Mostra del Cinema di Venezia.

Lebanon non è un film generato avendo a mente i canoni della scrittura e della struttura drammatica, come dice Samuel Moz stesso, “è un film scritto di pancia”. E non poteva essere diversamente, nel raccontare le drammatiche ore di quattro ragazzi su un carro armato, quattro reclute in mezzo alla tempesta della guerra in Libano. Tutto quello che si racconta è pura emozione scaturita dai ricordi di un’esperienza terribile. Ci troviamo dentro al carro armato, solo all’inizio ed alla fine le riprese ci mostrano uno straniante campo di girasoli. In pratica, vediamo solo i quattro occupanti il cingolato oltre coloro che vi entrano e vi escono. Film inevitabilmente claustrofobico che aumenta, per quanto possibile, il senso di empatia con i quattro giovani soldati. Tutto ciò che vediamo al di fuori, lo vediamo tramite il mirino del fuciliere. Corpi straziati, civili massacrati, paesi distrutti come se li stessimo osservando noi stessi con l’occhio dei protagonisti. Una grande prova di regia alla quale si accompagna una altrettanto valida prova attoriale. I quattro protagonisti (tutti giovani attori israeliani) pongono in essere un lavoro di elevatissima capacità considerando le difficoltà tecniche che la sceneggiatura ha imposto loro. Paura e disperazione, il conflitto tra dovere ed etica, l’istinto di sopravvivenza: tutti ingredienti che diventano esplosivi in uno spazio chiuso di pochi metri quadrati con attorno i nemici che ti minacciano. Sullo sfondo delle vicende emotive dei quattro ragazzi, le logiche di una guerra, che logica non dovrebbe avere.

Dopo Walzer con Bashir, un altro importante documento, anche questo però personalissimo, su una delle più sanguinose guerre del secolo scorso.

(Daniele Sesti)



Descrizione DVD:

L’edizione home video, curata dalla BIM, prevede una versione singola ed una doppio disco. Prendiamo in esame la collector’s edition: il packaging è molto particolare, una confezione cartonata che contiene la custodia amaray. Il primo dvd include il film: ottima la qualità del mastering e corretto il formato video (16/9, 1.85:1), molto buono anche il sonoro, codificato in DD 5.1 per l’italiano e solo DD 2.0 per la lingua originale.
I sottotitoli italiani non rimuovibili nella versione originale completano il menù del dvd.
Sul secondo disco trovano spazio il trailer italiano, un’intervista (30’) e la conferenza stampa, avvenuta alla Casa del Cinema di Roma il 13 ottobre 2009 (53’). Un’ottima edizione, da acquistare senza indugi.
(Italo Rizzo)



Cast

Itay Tiran   Itay Tiran

Oshri Cohen   Oshri Cohen

    Yoav Donat

Dati Tecnici

Nazione

 

Israele

Regia

 

Samuel Maoz

Sceneggiatura

 

Samuel Maoz

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................