La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

2012

..............................
ARTICOLI CORRELATI




12/11/2009
2012: la fine del mondo secondo Emmerich

..............................

2012

(2012)

Film del: 2009     Genere: Azione / Catastrofico / Fantascienza
Durata: 158 minuti   Uscito al cinema il: 13/11/2009   


Scene che rimarranno nell’immaginario? Che ne dite di una aereo in decollo che schiva una metropolitana lanciata a piena velocità


Trama:

Il calendario Azteco termina il 21.12.2012 data in cui il mondo dovrebbe finire.



Vota il film!

Voto medio: 5,57

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: 2012

Ebbene si l’ha rifatto… “basta con i catastrofici, non li farò più, ecc. ecc.” ed eccoci qua a dar credito al consueto non c’è due senza tre (Godzilla non lo contiamo) con il buon Roland Emmerich ancora una volta preso a distruggere simboli mondiali.
Dopo aver fatto esplodere la Casa Bianca (Indipendence Day), ghiacciato New York (L’Alba del Giorno Dopo) eccolo alle prese con la basilica di S. Pietro. Non c’è pietà nemmeno per Michelangelo e la sua Cappella Sistina.

Ripercorrere le tappe dei film del cineasta tedesco e come incamminarsi sul sentiero dell’evoluzione della computer graphic. Le scene di quest’ultima opera sono mozzafiato e dire che non ha certo voluto rendersi facile il lavoro. Acqua (da sempre una delle bestie nere del computer)? C’è n’è a volontà considerato che affondiamo degli tsunami. Esplosioni? Ma vogliamo scherzare… un buon sesto del film. Scene che rimarranno nell’immaginario? Che ne dite di una aereo in decollo che schiva una metropolitana lanciata a piena velocità (giuro è vero!)?
Il dipartimento degli effetti speciali ne esce alla grande e lancia un chiaro messaggio: “si, ci sarà pure un certo Avatar in arrivo, ma intanto guardate qua! Questa è vita reale!”

Stabilito questo, stabilito che non resterete delusi dall’aspetto spettacolare e dai consueti spunti umoristici, c’è però da constatare come per il resto sembri di trovarsi in un tipico film del “Master of Disaster” Irwin Allen. La struttura narrativa infatti si attiene ai canoni sanciti dal “messia della tragedia” negli anni settanta con troppi momenti volutamente strappalacrime e facili conciliazioni all’insegna dell’ottimismo americano.
E’ chiaro che un nuovo giorno sorge sempre, ma c’è modo e modo di salutarlo e forse Roland ha vissuto un po’ troppo in America questi ultimi anni.

PS – Continuiamo a domandarci come mai la sala abbia salutato con grasse risate durante la proiezione l’affermazione del Presidente USA: “Il Primo Ministro italiano ha deciso di restare a pregare anziché salvarsi con noi!”, mah…

(Valerio Salvi)



Cast

John Cusack   John Cusack
(43 anni circa in questo film)

... Jackson Curtis

Amanda Peet   Amanda Peet
(37 anni circa in questo film)

... Kate Curtis

Chiwetel Ejiofor   Chiwetel Ejiofor
(35 anni circa in questo film)

... Adrian Helmsley

Thandie Newton   Thandie Newton
(37 anni circa in questo film)

... Laura Wilson

Oliver Platt   Oliver Platt
(49 anni circa in questo film)

... Carl Anheuser

Woody Harrelson   Woody Harrelson
(48 anni circa in questo film)

... Charlie Frost

Thomas McCarthy   Thomas McCarthy
(40 anni circa in questo film)

... Gordon Silberman

Danny Glover   Danny Glover
(63 anni circa in questo film)

... presidente Thomas Wilson

George Segal   George Segal
(75 anni circa in questo film)

... Tony Delgatto

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Canada

Regia

 

Roland Emmerich

Sceneggiatura

 

Roland Emmerich / Harald Kloser

Fotografia:

 

Dean Semler

Colonna Sonora

 

Harald Kloser / Thomas Wanker

Produzione:

 

Centropolis Entertainment / The Mark Gordon Company / Columbia Pictures

Distribuzione:

 

Sony Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................