La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Rabbia di Pasolini

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2008
Fuori concorso e eventi speciali

..............................



La Rabbia di Pasolini

(La rabbia di Pasolini)

Film del: 2008     Genere: Documentario
Durata: 84 minuti   



Trama:

Nel 1963 i Cinegiornali Mondo Libero di Gastone Ferranti e i materiali reperiti in Cecoslovacchia, in Unione Sovietica e in Inghilterra costituiscono, nelle mani di Pier Paolo Pasolini, la base per dare vita a La rabbia, un'analisi lirica e polemica dei fenomeni e conflitti socio-politici del mondo moderno, dalla Guerra Fredda al Miracolo economico.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Rabbia di Pasolini

Con l’uscita di questo film, grazie a Giuseppe Bertolucci, possiamo confrontare l’esperimento di Pasolini nella sua interezza (o meglio, in una delle sue possibili forme), senza confrontarlo con la seconda parte, curata da Guareschi. Si rimanda alla scheda de La Rabbia per i contenuti, qui c’è da aggiungere che il materiale selezionato da Bertolucci, che apre il film, segue passo dopo passo le indicazioni dell’autore.
Si inizia con le onoranze funebri a De Gasperi, una delle numerose prese di posizione di Pasolini che suscitavano critiche nel Pci, poi alcuni frammenti dalla guerra in Corea, il ritorno dei soldati italiani dalla Russia, infine l’avvento della televisione, considerata come un fattore di omologazione degli individui.
Questi 16 minuti iniziali sono tratti dall’archivio dell’Istituto Luce e non stonano con il restante montaggio pasoliniano, merito anche di un’identità di vedute che accomuna Bertolucci e Magrelli (sono le loro voci a recitare i testi originari) e della musica, l’Adagio di Albinoni, che fa da colonna sonora a La Rabbia.
In appendice alla ricostruzione c’è una sezione denominata L’aria del tempo, un collage delle critiche e degli sbeffeggiamenti a Pasolini che erano comuni nei cinegiornali de La Settimana Incom, condito da uno spezzone del film Scanzonatissima di Dino Verde, che prende in giro il suo stile artistico.
Nient’affatto un film minore, La Rabbia di Pasolini va visto oggi per comprendere se, e come, sia cambiato il clima culturale del Paese, e per invitarci ad una riflessione, anche sullo stato del nostro cinema.

(Italo Rizzo)



Descrizione DVD:

La pellicola è stata restaurata digitalmente dalla Cineteca di Bologna, il lavoro svolto sulle immagini è ottimo, il video non presenta segni di usura né dislivelli fra i vari spezzoni. L’audio è solo italiano dual mono, il formato video è 4/3, sono presenti i sottotitoli inglesi opzionabili, anche per tutti gli extra.
Proprio riguardo i contenuti speciali, va menzionato il lavoro di approfondimento sia nelle interviste che nella redazione del libretto (58 pagine, bilingue italiano/inglese).
Quest’ultimo contiene una lunga analisi di Roberto Chiesi, corredata dalle note sui materiali di provenienza de La Rabbia, che chiariscono tutti gli eventuali punti oscuri della vicenda. Le interviste in video, per un totale di oltre 60’ di filmati, sono dedicate a Bertolucci, Mario Dondero (fotografo), Vincenzo Cerami (scrittore), Carlo Di Carlo (aiuto-regista del film), Luigi Ficacci (storico dell’arte) e Valerio Magrelli (poeta), ciascuno con un punto di vista inusuale sul film, un commento o un ricordo utile a farci apprezzare le immagini.
(Italo Rizzo)



Cast

Home Video

Anno di uscita in home video: 2009

Distribuzione: Rarovideo

Contenuti speciali:  Interviste

Formati audio: Mono

Formati video: 4/3

Dati Tecnici

Produzione:

 

Istituto Luce / Minerva / Rarovideo / Cineteca di Bologna

Distribuzione:

 

Rarovideo

Distribuzione Home video:

 

Rarovideo

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................