La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Bambino con il Pigiama a Righe

Il Bambino con il Pigiama a Righe

(The Boy in the Striped Pyjamas)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 100 minuti   Uscito al cinema il: 19/12/2008   



Trama:

Berlino, anni quaranta. Bruno, otto anni, torna dai giochi con gli amici di scuola per trovare la sua casa in preda ad un gran fermento: il padre, un ufficiale nazista, è appena stato promosso, così la madre sta progettando una festa.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Bambino con il Pigiama a Righe

Sono passati ormai sessantatre anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e si ha la sensazione sempre più viva che, malgrado gli agghiaccianti revisori storici, una ferita come quella della Shoah non si rimarginerà mai.
Le immagini dei campi di concentramento saranno sempre lì a ricordarci come la follia più disumana abbia preso il sopravvento sulla ragione, in un periodo storico che seppure ci sembra lontano è spaventosamente vicino.

Nella storia di due bambini di opposte fazioni (se tale termine può avere un senso riguardo l’infanzia), c’è una sorta di leggerezza giocosa che non fa parte del mondo di quelli che decidono. Ed è per questo che Il bambino con il Pigiama a Righe è un racconto dove nessuno dei due protagonisti riesce a capire il perché di quello che sta succedendo. Bruno, il figlio dell’ufficiale nazista, pensa che il lager sia una fattoria, Shmuel, il bambino prigioniero, non sa, neanche essendo lì dentro, cosa succeda veramente ai suoi compagni e alla sua famiglia (il lager è “soltanto” un terrificante posto di lavoro).

Come sempre, sono i grandi a decidere per loro: tutto deve essere nascosto agli occhi di un'infanzia che dimostra un’umanità che quelli “maturi”, quelli che decidono, neanche sanno cosa sia.
Il film di Mark Herman cammina continuamente su quel filo sottile che sta tra uno scontato patetismo ed una più realistica drammaticità. E se all’inizio, cinematograficamente parlando, si ha l’impressione di assistere ad un qualcosa di già visto, pian piano che il racconto prosegue sembra prevalere una complessità che è allo stesso tempo tragica e leggera e che porterà ad uno sconvolgente finale per nulla scontato, dove il patetico è definitivamente eliminato.

Film su quello che è stato uno dei momenti più bui di tutta la storia, sono sempre benvenuti, perché ogni volta ravvivano la memoria violentata ancora oggi da quegli imbecilli che usano la svastica come bandiera. Ma film fatti bene sono ancora più benvenuti perché soddisfano anche quel gusto estetico che nel cinema c’è sempre (c’è anche nei documentari) e che, in un certo senso, amplifica il messaggio che il film stesso vuole dare.
Il bambino con il Pigiama a Righe riesce nell’intento di legare al senso di un’amicizia che nasceva malgrado il mondo intero andasse a rotoli, un impianto filmico che tiene il tutto in piedi in maniera esemplare. E se tutto questo forse non servirà a rendere consapevoli gli imbecilli di cui sopra, servirà almeno a commuovere e a far riflettere, se ce ne fosse ancora bisogno, ognuno con un minimo di sensibilità. D’altra parte il cinema, da che mondo è mondo, può servire e deve servire anche a questo.

(Renato Massaccesi)



Cast

Asa Butterfield   Asa Butterfield
(11 anni circa in questo film)

... Bruno

    Jack Scanlon
(10 anni circa in questo film)

... Shmuel

    Amber Beattie

... Gretel

David Thewlis   David Thewlis
(45 anni circa in questo film)

... Il padre

Vera Farmiga   Vera Farmiga
(35 anni circa in questo film)

... La madre

    Richard Johnson
(81 anni circa in questo film)

... Il nonno

    Sheila Hancock
(75 anni circa in questo film)

... La nonna

Rupert Friend   Rupert Friend

... Tenente Kotler

David Hayman   David Hayman

... Pavel

    Jim Norton
(70 anni circa in questo film)

... Herr Liszt

    Cara Horgan

... Maria

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Mark Herman

Sceneggiatura

 

Mark Herman

Fotografia:

 

Benoît Delhomme

Colonna Sonora

 

James Horner

Distribuzione:

 

Buena Vista

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................