La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Si Può Fare

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
Selezione Ufficiale Anteprima- Pr?miere

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




30/10/2008
Bisio e Manfredonia: Si può fare!

..............................

Si Può Fare

(Si può fare)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 111 minuti   Uscito al cinema il: 31/10/2008   


Una sorta di Risvegli, ma con la tipica capacità italiana di uscire dagli schemi


Trama:

Nello, un imprenditore milanese che ha perso la propria posizione, si ritrova a dirigere una cooperativa di ex pazienti di ospedali psichiatrici, dopo l'entrata in vigore della legge Basaglia. Credendo fortemente nella dignità del lavoro, Nello spinge ogni socio della cooperativa a imparare un mestiere per sottrarsi alle elemosine dell'assistenza, inventando per ciascuno un ruolo incredibilmente adatto alle sue capacità ma finendo per scontrarsi con inevitabili quanto umanissime e tragicomiche contraddizioni.



Vota il film!

Voto medio: 7,54

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Si Può Fare

Il nuovo film di Manfredonia lascia i toni della commedia leggera, o meglio li utilizza, per accompagnarci in un viaggio “sociale” nel post legge 180 – Basaglia, ovvero quella che negli anni ottanta sancì la chiusura dei manicomi. Se inizialmente la “fuoriuscita dei matti” creò una sorta di allarme sociale, oggi –a un ventennio di distanza- si capisce che è stato un cambiamento necessario che ha permesso il recupero di molte persone anche attraverso i programmi delle cooperative sociali.

Partendo da questi presupposti Giulio Manfredonia –che prende spunto da una cooperativa realmente esistente – mette in scena questo teatro dei matti in grado di umanizzare una malattia guardata sempre con diffidenza.
L’approccio del protagonista, Bisio, è lo stesso del regista: uno sguardo esterno, non da medico, al problema e una soluzione del tutto nuova, più umana. Molti cineasti avrebbero preferito percorrere la facile strada della rappresentazione senza giudizio, ma Manfredonia non si nasconde dietro la sua cinepresa, anzi si schiera apertamente con i suoi malati.

Ne risulta un film molto gradevole che miscela bene gli ingredienti della commedia e del dramma per un argomento che sarebbe potuto risultare molto più pesante e deprimente e quindi meno appetibile ad un pubblico eterogeneo.
Il merito va ascritto in massima parte ad un cast che al di la di qualche nome noto (Bisio e la Caprioli) annovera una serie di caratteristi eccellenti nel dipingere ognuno le sue nevrosi e le sue manie. Impersonare dei disabili mentali è sempre apparentemente facile, ma in realtà molto complesso vista la facilità con cui si può scivolare nel burlesco. Qui invece è tutto molto umano e molto vero e per questo colpisce nel segno.

(Valerio Salvi)



Cast

Claudio Bisio   Claudio Bisio
(51 anni circa in questo film)

... Nello

Anita Caprioli   Anita Caprioli
(35 anni circa in questo film)

... Sara

Giuseppe Battiston   Giuseppe Battiston
(40 anni circa in questo film)

... Dr. Federico Furlan

Giorgio Colangeli   Giorgio Colangeli

... Dr. Del Vecchio

Andrea Bosca   Andrea Bosca
(28 anni circa in questo film)

... Gigio

    Giovanni Calcagno

... Luca

    Michele De Virgilio
(39 anni circa in questo film)

... Nicky

    Carlo Giuseppe Gabardini

... Goffredo

    Andrea Gattinoni

... Roby

    Maria Rosaria Russo

... Caterina

    Rosa Pianeta

... Enrica

    Natascia Macchiniz

... Enrica

    Daniela Piperno

... Miriam

    Franco Pistoni

... Ossi

    Pietro Ragusa

... Fabio

    Franco Ravera

... Carlo

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Giulio Manfredonia

Sceneggiatura

 

Giulio Manfredonia / Fabio Bonifacci

Fotografia:

 

Roberto Forza

Colonna Sonora

 

Aldo De Scalzi

Produzione:

 

Rizzoli Film / RTI

Distribuzione:

 

Warner Bros





..............................

scrivi la tua opinione

..............................