La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Parlez-moi de la Pluie

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
Selezione Ufficiale Anteprima- Pr?miere

..............................



Parlez-moi de la Pluie

(Parlez-moi de la pluie)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 98 minuti   



Trama:

Femminista appassionata e da poco entrata in politica, Agathe Villanova torna nella sua casa d'infanzia per aiutare la sorella a sistemare gli affari della madre deceduta un anno prima. La seguono come un'ombra, Michel Ronsard, regista fallito, e Karim, il figlio della domestica, che devono realizzare un documentario sulle donne in carriera.



Vota il film!

Voto medio: 7,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Parlez-moi de la Pluie

La storia ruota intorno al figlio della serva che deve realizzare un documentario sulla sorella della padrona di casa che ha una storia con il reporter che collabora con il ragazzo alla realizzazione del film. Detta così può sembrare un racconto contorto, e forse un po' lo è, ma in realtà tutto scorre in modo lineare.

Il film punta l'obiettivo su una donna matura che tira le somme della propria vita e scopre, con sua grande sorpresa, che la visione che gli altri hanno di lei è completamente diversa da quella che lei ha di sè stessa. Scopre che la vita che ha vissuto è completamente diversa da quella che ha percepito.
Il personaggio di Agathe, magistralmente interpretato dalla stessa regista, è quello più bello di tutta la storia. E' un personaggio maturo, non solo anagraficamente, ma anche e soprattutto moralmente. Agathe è una donna di successo ma è anche così capace di ascoltare e guardarsi intorno, da riuscire a fare un sincero passo indietro su sé stessa e da giungere ad una lucidità e ad un'indulgenza nuova.
Grazie anche all'aiuto di personaggi “meteropatici” (Bacri sempre cinico e spesso abbattuto e Debbouze secco e implosivo), Agnès Jaoui mette in scena quindi, l'ingiustizia quotidiana, le umiliazioni, le incomprensioni, le frustrazioni ed i torti che spesso gli uomini, involontariamente, si causano l'un l'altro.

Parlez-moi de la pluie è una strana commedia. Una commedia che ad un tratto può ribaltarsi e trasformarsi in dramma.
Come nella canzone di Brassens, che dà il titolo al film, è il cattivo tempo che interessa, inizialmente, la regista. Sono le intemperie che danno il "la" ad una canzone risaputa e purtroppo sempre dimenticata.
Parlez-moi de la pluie è una riflessione amara e allo stesso tempo ironica (così come è la stessa esistenza) sul rapporto che abbiamo con gli altri e che viene metaforicamente riassunto in una parola: sollecitudine, sussurrata, mormorata tanto sommessamente da diventare quasi un timido raggio di sole capace di allonanare le intemperie che la vita ci scatena addosso.

(Teresa Lavanga)



Cast

Agnès Jaoui   Agnès Jaoui
(44 anni circa in questo film)

... Agathe

Jean-Pierre Bacri   Jean-Pierre Bacri
(57 anni circa in questo film)

... Michel

Jamel Debbouze   Jamel Debbouze
(33 anni circa in questo film)

... Karim

Pascale Arbillot   Pascale Arbillot

... Florence

Frédéric Pierrot   Frédéric Pierrot
(48 anni circa in questo film)

... Antoine

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Agnès Jaoui

Sceneggiatura

 

Agnès Jaoui / Jean-Pierre Bacri

Produzione:

 

Les Films A4

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................