La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Bob Marley: Exodus '77

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
L'Altro Cinema - Extra

..............................



Bob Marley: Exodus '77

(Bob Marley: Exodus '77)

Film del: 2008     Genere: Biografico / Drammatico
Durata: 90 minuti   



Trama:

Nel 1977, dopo essere sopravvissuto a un attentato, Bob Marley è a Londra per incidere il suo capolavoro. Grazie a immagini d'archivio inedite, talvolta montate per produrre un cortocircuito creativo tra immagine e sonoro, il documentario racconta la vita di Marley, la sua quotidianità, il suo pensiero e la sua musica, con particolare attenzione ai suoi testi. Gli eventi principali, raccontati nel filmato, sono strettamente legati alla cronaca, alle attese e all'atmosfera del mondo in quegli anni.



Vota il film!

Voto medio: 6,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Bob Marley: Exodus '77

In un epoca dove la cultura musicale (a parte il concerto in “pelle ed ossa”) è, purtroppo, quasi limitata alla fruizione attraverso internet con YouTube, o a iPod vari che contengono due miliardi di canzoni senza che nessuna si leghi ad una sensazione tattile, visiva o olfattiva, fa un piacere immenso vedere un certo ritorno al Cinema del Documentario musicale. Finalmente si può tornare a condividere la visione e l'ascolto con altri appassionati.

Forse bisognerebbe accantonare la nostalgia in un mondo che va sempre più veloce, ma rivedere Bob Marley, Linton Kwesi Johnson, i Sex Pistols e i Clash nello stesso lungometraggio è qualcosa che può far venire le lacrime agli occhi. Il Punk che spesso rende omaggio al Reggae e che come quello viene direttamente dalla strada: i ghetti come i sobborghi.

Ma il documentario di Anthony Wall va al di là dell'analisi musicale (che c'è ed è eccezionale) e nel corso di un anno abbastanza cruciale del secolo scorso (il 1977) riesce a ricordarci avvenimenti che con la musica sembrano avere poco a che fare. Legato ad ogni mese, da Gennaio ad Ottobre, è l'ascolto di tutti i brani che compongono l'edizione originale di Exodus, disco chiave per la maturazione di Bob Marley e disco chiave per la maturazione dell'intero universo pop (Novembre e Dicembre sono dedicati ad una versione alternativa di Jammin' e alla riproposizione del primo brano del disco).

Tutti i brani vanno a fare da colonna sonora ad immagini di repertorio che ci fanno passare davanti agli occhi guerre civili, scioperi, la lady di ferro Margaret Tatcher e poi, Jimmy Carter, Biko o per rimanere nell'ambito strettamente musicale Elvis che ci lasciò proprio in quell'anno fatidico (tra l'altro, chicca per gli appassionati, viene riproposta nel film una versione di Crying In The Chapel, hit del Re del Rock, cantata da Bob Marley con un testo rivisto ad omaggiare Hailé Selassié: assolutamente straordinaria).

Insomma ci troviamo davanti ad un racconto in cui le emozioni si incontrano con l'attualità del periodo e dove lampante prende forma il ritratto di un uomo che ha fatto della pace la sua dottrina e della musica la sua “arma”. Il rastafaranesimo che poi diventerà parte integrante della cultura religiosa in Jamaica fa da filo conduttore per tutto il documentario e ci porta in un mondo dove le radici si allungano fino a raggiungere l'Africa, madre primordiale.

E se fin qui si è potuto in grandi linee, esprimere a parole quello che nel film accade, nel momento in cui si deve descrivere la musica forse le parole non bastano ed è qui che Exodus assume un significato politico: uscite di casa, andate in un negozio di dischi che è ormai quasi un oasi rara (per una volta lasciate perdere internet) e compratevi questo capolavoro. E da qui ricominciate a popolare le strade per far valere le vostre idee. Sembra strano ma la musica, emozioni comprese, può fare anche questo.

(Renato Massaccesi)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Anthony Wall

Fotografia:

 

Anthony Wall

Produzione:

 

Tuff Gong

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................