La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Prossimo Tuo

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
L'Altro Cinema - Extra

..............................



Il Prossimo Tuo

(Thy Neighbour)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 125 minuti   Uscito al cinema il: 19/06/2009   



Trama:

Roma, Parigi, Helsinki. Tre storie di persone che per diversi motivi hanno paura degli altri. "L'altro", il vicino é fonte di ansia per Maddalena, Jean Pual ed Eeva, così anche per la piccola Elèna che vive a Roma ma la cui famiglia é extracomunitaria, per il professor Usko che non si é mai spostato dalla Finlandia e che é stupito dalla velocità con cui cambiano i tempi e della sempre maggiore mescolanza delle genti e delle lingue.



Vota il film!

Voto medio: 6,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Prossimo Tuo

Il mondo è grande e gli abitanti di questo immenso pianeta vivono tante piccole storie diverse una dall’altra. Diverse vite per necessità, desideri, ambizioni e soprattutto diverse per la loro collocazione geografica. Questo perché ogni stato ha le sue regole, i suoi riti e modelli di comportamento.

C’è però qualcosa che ci accomuna in maniera viscerale l’un con l’altro, dei tenui fili invisibili che ci legano indissolubilmente. Per Anne Riitta Ciccone questi legami sono importanti per far capire come ci muoviamo in maniera quasi simmetrica, sia che si viva a Roma, Helsinki o Parigi. Queste sono le tre città scelte dalla cinesta per raccontare Il Prossimo Tuo, film sulla paura del diverso, ma anche su questi strani meccanismi che ci uniscono senza saperlo.

Così nel Prossimo Tuo vediamo tre pattinatori spericolati che quasi investono un piccolo uomo nei pressi di una piscina, in un autunnale Parigi. L’uomo è Jean Paul, interpretato da Jean-Hugues Anglade, giornalista divorziato e reduce da un atto di guerriglia in Iraq dove sono morti alcuni suoi colleghi. I tre ragazzi su rotelle poi li vediamo ad Helsinki mentre sfiorano a tutta velocità Eeva, hostess con un trauma alle spalle che non le permette di avere rapporti, per poi ritrovarli per le strade assolate di Roma intorno ad Elena, figlia di immigrati con la voglia di fare la pittrice, la quale si fa aiutare da Maddalena, artista di talento ma con la vita alquanto sregolata.

Ma naturalmente non sono questi i legami di cui la regista ci vuole parlare, le tre storie hanno altro in comune: tutti i personaggi hanno avuto dei traumi che non gli permettono più di avvicinarsi agli altri ed, altro elemento molto importane, vivono la loro sessualità in maniera atipica, se non ossessiva.

Il film della Ciccone è solo questo. Una volta presentati i personaggi i loro tragitto per la redenzione e chiaro e ben delinato e, a parte gli episodi di Roma ed Helsinki alquanto lineari e convenzionali, il più enigmatico é quello girato nella capitale francese.

Il giornalista di cui si parlava prima è sì un uomo distrutto, ma ha una relazione con una bellissima fotografa e, benché divorziato, due figli intelligenti e determinati. Ma non si spiega allora perché il nostro decide di passare il tempo davanti a siti porno rovinando quel poco che ha? Forse una diretta conseguenza del trauma avuto in guerra? O forse è solo un escamotage per far si che questo filo, poi non tanto invisibile, sia parte fondamentale della vicenda?

Malgrado questo sarebbe bene ringraziare Anne Riitta Ciccone per aver scelto Anglade per la parte del giornalista. L’unico guizzo gioioso, in questi centoventi minuti privi di originalità, risulta essere il primo piano rugoso dell’attore francese, così intenso e naturale. Ma si sa, quando la nave affonda l’unico a raggiungere la riva è quello più bravo a nuotare.

(Marco Massaccesi)



Cast

Jean-Hugues Anglade   Jean-Hugues Anglade
(53 anni circa in questo film)

... Jean Paul

Maya Sansa   Maya Sansa
(33 anni circa in questo film)

... Maddalena

Laura Malmivaara   Laura Malmivaara
(35 anni circa in questo film)

... Eeva

    Sulevi Peltola
(62 anni circa in questo film)

... Usko

Massimo Poggio   Massimo Poggio
(38 anni circa in questo film)

... Stefano

    Matti Ristinen

... Karl

    Romana Hadzovic

... Elena

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Francia / Finlandia

Regia

 

Anne Riitta Ciccone

Sceneggiatura

 

Anne Riitta Ciccone

Fotografia:

 

Fabio Cianchetti / Pasquale Mari / Fabio Zamarion

Colonna Sonora

 

Franco Piersanti

Produzione:

 

La Trincea Cinematografica / FS Film Oy / AD Astra Films / RAI Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................