La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Good

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
Selezione Ufficiale Anteprima- Pr?miere

..............................



Good

(Good)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 96 minuti   



Trama:

In Germania, durante l'ascesa del nazionalsocialismo, John Halder è un docente di letteratura con diversi problemi familiari: una moglie nevrotica, due figli particolarmente esigenti e la madre che soffre di demenza senile. In un libro, Halder esplora il dramma di sua madre, appoggiando l'eventuale scelta dell'eutanasia, ed immediatamente diventa un caso, considerato dalle alte sfere della politica come valido strumento di propaganda al regime. La sua carriera decolla, portando insensibilmente un uomo tranquillo verso le derive del nazismo.



Vota il film!

Voto medio: 5,60

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Good

Tratto dal romanzo di C.P.Taylor, Good racconta la storia di John Halder un professore di letteratura dell’università di Berlino che,negli anni ’30, avendo scritto un romanzo che trattava dell’eutanasia viene assoldato dalle SS per scrivere un saggio che giustificasse, “umanamente”, la scelta della “dolce morte”. Good sta a rappresentare la personalità di John Halder uomo dal carattere “buono” per l’appunto che accudisce i tre figli, la moglie con problemi di nervi ed una madre gravemente malata. Così vediamo Viggo Mortensen (qui in una delle sue più difficili interpretazioni) in una delle prime scene, affaccendato con tra i fornelli mentre la moglie suona ossessivamente il piano e la madre lo chiama per svuotarle il pitale. Con un montaggio un po’ faticoso a seguirsi lo vediamo più tardi sedotto da una avvenente (un’ariana perfetta) sua studentessa che diventerà poi la sua seconda moglie.

Curioso che la direzione di questo film sia stata affidata al brasiliano Vicente Amorin proveniente dal mondo delle video clip e con al suo attivo un solo lungometraggio. Il film non è di quelli facili, ricco di simboli e di suggestioni, pervaso com’è di un substrato di psicoanalisi che solo in parte si riesce a cogliere compiutamente. Dall’altra c’è poi la necessità di mostrare con un piglio nuovo le ossessioni naziste che già in tanti altri film altri artisti ci hanno descritto. Amorin, per riusciere nel compito, sceglie all’inizio la via del melò per poi piano piano condurci all’ultima fatale domanda fondamentale che si risolve in un bellissimo, e tragicissimo, piano sequenza finale dove la realtà prende il sopravvento perfino sugli incubi più spaventosi. In una scenografia molto curata, Amorin dunque, mette in scena l’ennesima opera sulla terribile genesi ed evoluzione di uno dei fenomeni più funesti della storia dell’umanità. Il film, come detto, stenta a decollare per trovare i suoi momenti migliori nelle ultime concitate scene dove la cifra del regista si torva evidentemente più a suo agio.

Protagonista assoluto è quel Viggo Mortensen sempre più uno degli attori più richiesti dal cinema mondiale. Qui, come accennato, si cimenta con un personaggio molto complesso (allo stesso tempo vittima e carnefice, anche se suo malgrado) nel rappresentare il quale l’attore in alcuni momenti cede in tensione, da mantenere invece fino all’ultimo fotogramma.

Un film parzialmente riuscito con un’ottima sequenza finale da vedere.

(Daniele Sesti)



Cast

Viggo Mortensen   Viggo Mortensen
(50 anni circa in questo film)

... Halder

Jason Isaacs   Jason Isaacs
(45 anni circa in questo film)

... Maurice

Steven Mackintosh   Steven Mackintosh
(41 anni circa in questo film)

... Freddie

Mark Strong   Mark Strong
(45 anni circa in questo film)

... Bouhler

Gemma Jones   Gemma Jones
(66 anni circa in questo film)

... Madre di Halder

    Anastasia Hille

... Helen

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito / Ungheria

Regia

 

Vicente Amorim

Fotografia:

 

Andrew Dunn

Produzione:

 

Good Films Ltd

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................