La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Amore che Vieni Amore che Vai

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2008
L'Altro Cinema - Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




30/10/2008
De André: doppio omaggio e polemiche

..............................

Amore che Vieni Amore che Vai

(Amore che vieni amore che vai)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 96 minuti   Uscito al cinema il: 14/11/2008   



Trama:

Nella Genova del 1963 le storie di tre uomini si incrociano. Un contrabbandiere di origine francese, Bernard, un giovanissimo "pappone per caso", Carlo e un duro pastore sardo di nome Salvatore. I tre, capitanati da Bernard, progettano un colpo che li porterà alla ricchezza, ma le cose non vanno per il verso giusto...



Vota il film!

Voto medio: 4,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Amore che Vieni Amore che Vai

Amore che vieni, Amore che vai è una nota canzone del cantautore, putroppo scomparso, Fabrizio De André. Ma oltre ad essere uno dei pezzi più famosi dell’artista genovese, è anche il titolo di un film diretto da Daniele Constantini.

A metà degli anni novanta il cantante concepisce un romanzo insieme ad Alessandro Gennari dal titolo “Un Destino Ridicolo”. Dopo qualche anno non solo dall’uscita del romanzo, ma anche dalla dipartita di De André, il regista cerca di trarne un film non proprio fedele al libro, una sua visione personale. Concessione che il regista si è permesso proprio perché sia Gennari che De André ad un certo punto del romanzo dichiarano: “Sai, passando di mano i racconti si confondono, ognuno ci mette del suo, così diventa difficile ricostruire una vicenda, specialmente dopo trent’anni…”.

Ecco che perciò la concezione del romanzo diventa altro attraverso gli occhi di Costantini. “Altro” nel senso più lontano ed inafferrabile del termine, bisognerebbe aggiungere. E’ già difficile in questi giorni cercare di affrontare un racconto, o un intreccio come in questo caso, ambientato a Genova nel 1963, perlopiù se si svolge tra bordelli e prostitute, tema alquanto scottante negli ultimi tempi.

E’ vero che si ha di fronte un mostro sacro come Fabrizio De André, ma è anche vero che il Nostro aveva una sorta di amore malinconico e datato per la città ligure, e se questo affetto non si cerca di riaggiornarlo l’operazione stessa non è di nessun rilievo.

Oppure si può affrontare l’anima del cantastorie con la devozione e cautela che richiedono il caso. Cioè prendere in mano il romanzo cercando di ripescare o almeno riproporre l’essenza così distaccata e lucida che ci ha regalato De André con le sue canzoni. Canzoni così particolari e asimmetriche da farne un caso unico nel panorama italiano. De André non era solo uno sperimentatore, benché venisse dalla cosidetta musica folk, ma anche un estremista del testo, coraggioso ed anticonformista. Se in un film tratto dal suo immaginario non si percorre almeno una di queste due vie, naturalmente diventa dell’altro. “Altro” nel senso più lontano ed inafferrabile del termine.

Il cineasta mette in scena così questa ragnatela di storie fra le vie, o “carruggi”, di Genova all’inizio degli anni sessanta facendola passare dapprima come una commedia per poi finirla in dramma, attingendo anche al noir. Ma quello che viene fuori non è un cross over di generi ben amalgamato, ma un' operazione che non ha nessuna diretta collocazione.

E se c’è qualche segno del De André che conosciamo e solo nella canzone che dà il titolo al film, sentita su di un vecchio giradischi dopo che una coppia sullo schermo ha fatto l’amore. Troppo facile.

(Marco Massaccesi)



Cast

Fausto Paravidino   Fausto Paravidino
(32 anni circa in questo film)

... Carlo

Filippo Nigro   Filippo Nigro
(38 anni circa in questo film)

... Salvatore

Massimo Popolizio   Massimo Popolizio
(47 anni circa in questo film)

... Bernard

Donatella Finocchiaro   Donatella Finocchiaro

... Veretta

    Tosca D'Aquino

... Luciana

Claudia Zanella   Claudia Zanella

... Maritza

    Agostina Belli
(59 anni circa in questo film)

... Lina

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Daniele Costantini

Sceneggiatura

 

Daniele Costantini / Antonio Leotti / Franco Ferrini

Fotografia:

 

Alessio Gelsini Torresi

Colonna Sonora

 

Nicola Piovani

Produzione:

 

Goodtime

Distribuzione:

 

Istituto Luce

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................