La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Signorinaeffe

Signorinaeffe

(Signorina Effe)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 95 minuti   Uscito al cinema il: 18/01/2008   


Wilma Labate, regista impegnata e spesso ispirata (La mia generazione), entra con la macchina del cinema in un luogo –la fabbrica- di cui si è scordato anche il nome, da quando la televisione s’è scordata di mostrarlo.


Trama:

Emma è impiegata nel nuovo settore informatico della FIAT e sta per sposare il suo capo, ma, durante un lunghissimo sciopero, s’innamora di un operaio e rimette in discussione ogni cosa.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Signorinaeffe

Emma Martano è impiegata in un ufficio dei piani alti della FIAT. Sta per laurearsi in matematica e per sposare un dirigente - vedovo - torinese; si lascerà alle spalle la provenienza povera e meridionale. È giusto, meritato, sicuro. Ma forse no, perché in trentacinque giorni la vita di Emma all’improvviso si riscrive, quando la “Signorinaeffe” (anonima, ligia, signorina FIAT) viene travolta dalla passione per un operaio, Sergio, nel clima rovente del settembre 1980. Trentacinque giorni di sciopero, che seguono l’annuncio di licenziamento di quattordici mila persone e che si concluderanno con la “marcia dei quarantamila” colletti bianchi, che chiedono a gran voce, per la prima volta, di tornare a lavorare.

Wilma Labate, regista impegnata e spesso ispirata (La mia generazione), entra con la macchina del cinema in un luogo –la fabbrica- di cui si è scordato anche il nome, da quando la televisione s’è scordata di mostrarlo.
Affidandosi a un cast di interpreti/strumenti straordinariamente accordati (tra cui la Impacciatore e Colangeli), la regista adotta esplicitamente un modulo che la TV usa ed abusa senza mai uscire allo scoperto, cioè mescola romanzo filmico e immagine documentarie (si potrebbe dire reali se non fosse che la realtà filmata è già geneticamente modificata) ottenendo in risultato una fusione talmente fluida che basta da sola ad accreditare la riuscita dell’impresa.
Il moto ondulatorio è costante. La fine degli anni Settanta è inscenata con correttezza filologica ma lo sguardo parte dall’oggi e all’oggi fa ritorno, nella sequenza del Lingotto trasformato in centro commerciale. Ne esce un tempo proprio, peculiare al film, un’invenzione.

Il ritmo è lento, memore del ritmo che fu, ma bruscamente sconquassato da sequenze in cui la musica rock, troppo alta, spiazzante, riporta di colpo alla modernità (di oggi e di ieri). Responsabile (nel senso che si può anche non gradire, ma è una scelta ardita e voluta) è la montatrice Francesca Calvelli, già “colpevole” della bellissima chiusura di Buongiorno Notte sulle note dei Pink Floyd.
Anche il corpo della Solarino e gli abiti che lo vestono riavvicinano quegli anni ai nostri, non solo perché la moda –come la storia- si ripete, ma perché tutto nel film invita a spiegarsi il mondo odierno con gli annunci, di precarietà e di oblio, che nascevano allora.

Nel pubblico come nel privato la passione subisce una batosta, di più, si ritira. Ma la bellezza di Signorinaeffe sta nel suo non essere rigidamente finito: l’epilogo c’è e non pecca di ambiguità, ma, come alla fine di un romanzo che ci ha portato in un altro regno, al termine di questo film radicatissimo nella realtà c’è ancora lo spazio per immaginare cosa ne è stato e cosa ne sarà dei suoi fragili ed umani protagonisti.

(Marianna Cappi)



Cast

Valeria Solarino   Valeria Solarino
(29 anni circa in questo film)

... Emma

Filippo Timi   Filippo Timi
(34 anni circa in questo film)

... Sergio

Fabrizio Gifuni   Fabrizio Gifuni
(42 anni circa in questo film)

... Silvio

Sabrina Impacciatore   Sabrina Impacciatore
(36 anni circa in questo film)

... Magda

Giorgio Colangeli   Giorgio Colangeli

... Ciro

Fausto Paravidino   Fausto Paravidino
(32 anni circa in questo film)

... Antonio

Gaetano Bruno   Gaetano Bruno
(35 anni circa in questo film)

... Peppino

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Wilma Labate

Sceneggiatura

 

Wilma Labate / Francesca Marciano / Carla Vangelista / Domenico Starnone

Fotografia:

 

Fabio Zamarion

Colonna Sonora

 

Pasquale Catalano

Produzione:

 

Biancafilm / RAI Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................