La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Noonbushin Narae - Meet Mr Daddy

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Alice nella Citt

..............................



Noonbushin Narae - Meet Mr Daddy

(Noonbushin Narae)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 110 minuti   



Trama:

Jong Dae è un uomo superficiale che vive alla giornata e si preoccupa solo di sè stesso. Un giorno si ritrova davanti a Joon, una bambina sbucata dal nulla, che qualcuno sostiene essere sua figlia.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Noonbushin Narae - Meet Mr Daddy

L'amore e la famiglia al di sopra di tutto. Il film di Kwang, nella sua pronunciata e intensa drammaticità, sembra volerci dire proprio questo.
Nonostante la banalità di fondo, il lavoro del cineasta è indubbiamente apprezzabile, in quanto riesce a presentare un prodotto che, al di là di un'apparente forzatura alla tristezza, fa leggere sopra le proprie righe alcune tematiche assolutamente importanti, le quali vengono rivisitate in un'ottica che, grazie all'utilizzo di personaggi geniali e calzanti, assume una struttura circolarmente perfetta.

L'affetto familiare ci viene mostrato in una maniera brillante, dandoci la prova che anche un uomo immaturo e continuamente esposto al rischio come Jong Dae, può cambiare di fronte all'amore per la propria figlia.
La malattia e il pericolo avvicinano le persone; è ciò che il protagonista riesce a comprendere, poichè in tali circostanze ognuno è portato istintivamente ad abbattere tutti i muri che si frappongono come ostacolo ai beni reali che la vita gli ha donato, riconoscendo che in fondo quella materialità tanto apprezzata quotidianamente, non riempe il nostro cuore e la nostra anima.
E così la famiglia, dapprima vista su due binari paralleli, mostrataci come una perenne negatività, o come l'emblema della positività, si completa di fronte al fatto compiuto, che è in grado di scavare internamente a chi ha deposto l'amore per crogiolarsi in altri averi, ma che infine riesce ad aprire gli occhi ed osservare la vita così come è realmente; ed è probabilmente è proprio quello che il regista koreano vuole palesarci tramite la cecità di Jong Dae.

I peccati commesi e l'indifferenza verso la propria bambina, si articolano proprio nella metafora che vede il protagonista stesso diventare cieco, e non poter più godere dei beni che erano parte integrante della sua esistenza materialista. La sua vista si sta spegnendo, ma è proprio per via dell'amore che la figlia prova per lui, che riuscirà nuovamente a riaquistarla, vedendo finalmente la vita con altri occhi, quelli della piccola Joon.

(Tiziano Costantini)



Cast

    Park Shin Yang

... Jong Dae

    Yea Ji Won

... Sun Young

    Seo Shin Ae

... Joon

Dati Tecnici

Nazione

 

Corea del Sud

Regia

 

Kwang Su Park

Sceneggiatura

 

Kwang Su Park

Produzione:

 

iFilm co.

Distribuzione:

 

non distribuito

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................