La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Mongol

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Sezione CINEMA 2007

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




26/10/2007
Festa di Roma. I film in concorso, la penna e la maschera.

..............................

Mongol

(Mongol)

Film del: 2007     Genere: Biografico / Drammatico / Storico
Durata: 120 minuti   Uscito al cinema il: 09/05/2008   



Trama:

L'infanzia e l'adolescenza del giovane Temudzhin, passato alla storia come Gengis Khan.



Vota il film!

Voto medio: 5,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Mongol

Ogni popolo ha il proprio eroe, o almeno lo “deve” avere. Si tratta di un’esigenza culturale e politica, i simboli sono facili da evocare e rappresentano da sempre quel “meglio” vicino, cui è possibile ambire. La scelta della mega produzione mongola-russa di intitolare semplicemente Mongol un film dedicato alla figura di Gengis Khan, è in tal senso emblematica. Tra le tante caratteristiche se ne sottolinea prima di tutto la nazionalità della persona, quasi che da questa ne discendano tutte le qualità positive. La scelta su quali fonti storiografiche utilizzare diventa a questo punto obbligata: non si posso rappresentare gli studi di chi descrive il famoso conquistatore come un barbaro sanguinario, ma tra le tante fonti, bisogna optare per chi lo tratteggia come un nobile guerriero dal buon cuore. Dopotutto Gengis Khan non ha una storiografia ufficiale, c’è libertà di movimento.

Ecco quindi un uomo che diventerà quel che sarà ricordato nella storia, solo dopo aver perso il padre per avvelenamento, aver subito la gogna, esser stato ferocemente maltrattato, derubato della moglie e incarcerato senza alimenti. Una persona di cuore, generosa, innamorata e capace di capire chi gli sta accanto, ma anche un po’ ingenuo e fortunato. Gli autori di Mongol ce ne parlano così, fermando il racconto a prima delle conquiste, ma preoccupandosi di offrire allo spettatore la conoscenza di tutto quel background psicologico e di esperienze, che lo porterà a realizzare le conquiste per cui è famoso. Ne esce un racconto d’azione-western, classico nella realizzazione. Le immense steppe centroasiatiche prese in campo lungo, combattimenti convenzionali di cappa e spada ben lontani, per fortuna, dal “wuxia”, personaggi solitari e silenziosi che invocano l’onore, ma che spesso si tradiscono a vicenda e amori con donne servizievoli, all’occorrenza valorose. Linee narrative e registiche chiare e precise dall’inizio alla fine che in qualche caso preferiscono evocare l“epica” che avvolge il personaggio, piuttosto che spiegare situazioni e soluzioni inverosimili. Un film godibile nella sua semplicità, con pochi sussulti, ma difficilmente noioso.

(Andrea D'Addio)



Cast

Tadanobu Asano   Tadanobu Asano
(34 anni circa in questo film)

... Temudjin

Khulan Chuluun   Khulan Chuluun

... B?rte

Honglei Sun   Honglei Sun
(37 anni circa in questo film)

... Jamukha

Dati Tecnici

Nazione

 

Russia / Kazakistan / Mongolia / Germania

Regia

 

Sergei Bodrov

Sceneggiatura

 

Sergei Bodrov / Arif Aliyev

Fotografia:

 

Rogier Stoffers / Sergei Trofimov

Colonna Sonora

 

Tuomas Kantelinen

Produzione:

 

Andreevsky Flag Film Company / Kinofabrika / Kinokompaniya CTB / X-Filme Creative Pool

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................