La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Un Château en Espagne - My Very Best Friend

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Alice nella Citt

..............................



Un Château en Espagne - My Very Best Friend

(Un Château en Espagne)

Film del: 2007     Genere: Commedia
Durata: 90 minuti   



Trama:

Esteban e Maxime si conoscono da quando sono nati e si considerano fratelli. Quando Esteban deve tornare in Spagna con la famiglia devono cercare di salvare la loro amicizia.



Vota il film!

Voto medio: 5,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Un Château en Espagne - My Very Best Friend

Quando si parla di rapporti tra bambini, risulta inevitabile parlare anche di amicizia. Si, perchè la loro realtà è un mondo ancora incontaminato dall'ipocrisia, dal perbenismo, e da tutti quei difetti che gli adulti fanno propri all'interno di un meccasismo spontaneo di autodifesa.
Lo splendido rapporto tra Maxime ed Esteban ha dell'idilliaco, essi si vogliono bene in maniera fraterna, e si servono l'uno dell'altro in uno strabiliante legame collaborativo.
La loro complicità ha una chimica così perfetta che con le loro idee e i loro gesti riescono a raggiungere quello che si prefissano, al punto che la partenza di Esteban per la Spagna, è in un'ultima analisi una decisione che lo stesso bambino asseconda per non sconvolgere i piani della famiglia, nonostante avesse architettato insieme al suo amico un piano che si era confermato infallibile.

L'affiatamento fraterno è instauratosi tra i due, è la dimostrazione evidente del fatto che quando si cresce insieme non esistono differenze che intralcino il cammino dell'amicizia, nonostante la discordanza di interessi; e allora ecco che un appassionato della corrida e del teatro, può andare perfettamente d'accordo con un amante di libri e videogames.
Se un feeling funziona come una calamita, è merito soprattutto del contatto continuo tra le persone, che sono in tal modo portate a vivere esperienze comuni, e a tracciare insieme parti del loro cammino.
In questo sentiero rientra anche il concetto di famiglia, che nel film viene ben esposto nei due comuni ranghi, ovvero la vicinanza coi propri figli, o l'assenteismo e la distanza. Ma un legame stretto dà forza e sicurezza, riuscendo persino a far capire agli altri quali siano gli errori da evitare; proprio come farà Maxime con sua madre, troppo presa dal suo lavoro per occuparsi di lui.

Il valore dell'amicizia è dunque qualcosa di imprescindibile, e ce lo farà capire Esteban, che la impersonifica nei panni di un abile attore pronto a cambiare ruolo e costume, a seconda delle esigenze che il caso richiede, perchè un sentimento così perfetto, riesce ad avere persino una funzione risolutoria.
Non importa se sarà necessario un allontanamento, perchè la strada dell'amicizia è soltanto una, e ci si potrà sempre incontrare lungo il cammino.

(Tiziano Costantini)



Cast

Angela Molina   Angela Molina
(52 anni circa in questo film)

Anne Brochet   Anne Brochet
(41 anni circa in questo film)

    Jean Senejoux

... Maxine

    Lluis Omar

    Martin Jobert
(12 anni circa in questo film)

... Esteban

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Isabelle Doval

Sceneggiatura

 

Isabelle Doval / Olivier Dague

Fotografia:

 

Denis Rouden

Produzione:

 

Europa Corp. / MP Productions

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................