La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Liebesleben

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Opere Fuori Concorso

..............................



Liebesleben

(Liebesleben)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 113 minuti   



Trama:

La storia di Jara e del suo appassionato amore per Arie, uomo più grande di lei ed odiato dalla sua stessa famiglia.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Liebesleben

Quanta importanza ha il sesso nella vita di tutti i giorni? E’ difficile equilibrare questa necessità umana con una società che chiede di rispettare quotidianamente certi dogmi e riservatezze? E, soprattutto, volendo, possiamo farne a meno?

Maria Scheider tenta di dare risposte a queste domande nel suo film Love Life. Tratto da una novella di Zeruya Shavel la cineasta mette in scena le vicissitudini amorose di Jara e del suo amante molto più grande di lei Arie, interpretato da un enigmatico Radha Sherbedgia.

La Schieder comincia il suo racconto con una morte: quella di un gatto molto caro alla protagonista. Morte dovuta più che altro all’indifferenza della ragazza, che invece di rispedirlo a casa, decide imperterrita di seguire la sua ossessione per le strade di Gerusalemme. La fine di quella vita è riconducibile unicamente al personaggio di Jara ed al suo percorso narrativo. La sua innocenza viene spazzata via come quella di una animaletto debole ed indifeso per sacrificarsi a qualcosa di più osceno ed inclassificabile. Appena vede l’uomo che la travolgerà la ragazza avrà altre visioni: portatà come un agnello al macello proprio sulle spalle di Arie, nuda per le strade della città, oppure morta sul ciglio di una strada, dopo un incidente automobilistico. Per la ragazza questi sono tutti segnali di uno stravolgimento fisico ed interiore: non si sente più se stessa, la vecchia Jara è ormai morta.

Ma la morte cerebrale lei già la sente da tempo, costretta da un mondo stereotipato a non essere più se stessa. Racchiusa fra le braccia di un amante che le perdonerebbe tutto, da una famiglia omertosa e quasi indifferente, Jara sente che quello non è il suo posto. “La mia vita non ha niente di orribile, ma io ci sono incastrata dentro”, dirà ad un certo punto. E’ l’istinto animale che la salva. Quell’istinto che parte dal basso ventre, ma che è anche il segnale d’allarme di una vita fuori posto.

Ma, oltre a questo, la Scheider riesce impercettibilmente a raccontare una guerra e su come possa essere cruciale per la vita di una persona anche se non la si combatte. Nella scena in cui Radha la porta a Tel Aviv Jara si sfila le mutandine proprio nei pressi di un posto di blocco, non solo come provocazione, ma anche per ribadire la sua voglia di vita intrappolata in una società in continuo stadio d’assedio.

La differenza con altri film di questo genere non é solo l’ambientazione, ma anche la risoluzione finale. Quando la famiglia, il marito, cercano di riportarla all’ovile, dentro le mura della prorpia vita, Jara ha si un attimo di ripensamento, ma poi realizza che lei è più importante di tutto ciò. In questo si distingue il film di Maria Schieder, nel non cercare una redenzione. Poiché, alla fine, non conta quante domande si possano fare, l’importante è trovare se stessi.

(Marco Massaccesi)



Cast

    Tovah Feldshuh
(55 anni circa in questo film)

... Hannah

    Stephen Singer

... Leon

    Ishai Golan

... Joni

    Aryeh Moskona
(55 anni circa in questo film)

... Nathan

Caroline Sihol   Caroline Sihol

... Josephine

    Clara Khoury

... Shira

Dati Tecnici

Nazione

 

Germania / Israele

Regia

 

Maria Schrader

Sceneggiatura

 

Maria Schrader / Zeruya Shalev / Laila Stieler

Fotografia:

 

Benedict Neuenfels

Produzione:

 

Bayerischer Rundfunk / X-Filme Creative Pool / Transfax Film Productions

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................