La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Giorni e Nuvole

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Sezione Premi?re

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




22/10/2007
Genova, le Nuvole e il Precariato
11/06/2008
Ciak d'Oro: vincono Virzì, Mastandrea e la Buy.

..............................

Giorni e Nuvole

(Giorni e nuvole)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 115 minuti   Uscito al cinema il: 26/10/2007   


Il film è bello nel modo in cui riesce a rendere senza fronzoli (il finale netto ed essenziale) i piccoli e i grandi scuotimenti della vita


Trama:

Michele ha perso il lavoro e sua moglie Elisa, che si era licenziata per proseguire gli studi. Ora è sotto shock, così una tempesta familiare diventa l'occasione per analizzare l'Italia dove tutto può cambiare in un attimo.



Vota il film!

Voto medio: 7,25

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Giorni e Nuvole

Se con Agata e la Tempesta Silvio Soldini era tornato a quell’atmosfera quasi “fiabesca” che aveva contraddistinto già Pane e Tulipani, nel suo nuovo film torna a descrivere un disagio che è assolutamente legato alla realtà dolorosa dei nostri giorni.

Il fatto di partire da una situazione socialmente riconosciuta quale il precariato, per poi approdare ad una soluzione più intima in cui il crollo delle strutture sociali si riflette sulla vita e suoi rapporti interpersonali più profondi, fa sì che Giorni e Nuvole sia un racconto “politicamente” emozionale. Dove per “politico” si deve intendere il nostro rapporto con le difficoltà oggettivamente provocate dagli altri, e per “emozionale”, il modo di affrontare queste difficoltà e la vita in genere.

Michele (uno straordinario Antonio Albanese) che tende a vivere la vita senza compromessi rimanendone purtroppo schiacciato, è un personaggio di una profondità che fa male, anche perché rapportato con la figura di Elsa (l’altrettanto brava Margherita Buy), figura ugualmente dolorosa che però lo tiene legato alla terra.

Sembra che tutto il film si muova alla ricerca di qualcosa che non c’è più e probabilmente non ci sarà mai più (forse è casuale ma pare che ogni momento in cui la storia si “alleggerisce” debba essere sottolineato da una canzone degli anni settanta come a dire di quei tempi che non torneranno mai). A tutto questo si aggiunge lo sfondo di Genova, che dal retro avanza fino a diventare quasi protagonista. Come era stata Venezia, città fatata, per Pane e Tulipani, Genova diventa quasi luogo dell’anima dove il mare e l’idea del mare sfiorano, cambiandoli, i personaggi. E dove anche un acquario può diventare un Oceano per chi è stato da tempo chiuso fuori dal mondo.

Il film è bello nel modo in cui riesce a rendere senza fronzoli (il finale netto ed essenziale) i piccoli e i grandi scuotimenti della vita, dando la stessa importanza ad entrambi. E poi c’è il fatto che per poter andare avanti (dove per andare avanti si intende vivere e non sopravvivere), si debba essere in due, ripensando ai propri sogni senza rinunciarci. E in un mondo come quello di oggi dove conta soltanto l’involucro o i soldi, è giusto che ci sia qualcuno che ci ricordi che quello che abbiamo dentro, i nostri sogni e le nostre idee, valgono, se vissute “insieme”, più di tutto il resto. E non fa niente se a volte fa male crederci.

(Renato Massaccesi)



Cast

Antonio Albanese   Antonio Albanese
(43 anni circa in questo film)

... Michele

Margherita Buy   Margherita Buy
(45 anni circa in questo film)

... Elsa

Giuseppe Battiston   Giuseppe Battiston
(39 anni circa in questo film)

... Vito

Alba Rohrwacher   Alba Rohrwacher
(28 anni circa in questo film)

... Alice

Carla Signoris   Carla Signoris

... Nadia

Fabio Troiano   Fabio Troiano
(33 anni circa in questo film)

... Ricky

Paolo Sassanelli   Paolo Sassanelli

... Salviati

    Arnaldo Ninchi
(72 anni circa in questo film)

... padre di Michele

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Silvio Soldini

Sceneggiatura

 

Silvio Soldini / Doriana Leondeff / Francesco Piccolo / Federica Pontremoli

Fotografia:

 

Ramiro Civita

Colonna Sonora

 

Giovanni Venosta

Produzione:

 

Lumiere e Co. / Amka Films / RTSI / Eurimages

Distribuzione:

 

Warner Bros

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................