La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Terza Madre

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Sezione Premi?re

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




24/10/2007
Dario Argento: la rovina del cinema italiano sono le fiction

..............................

La Terza Madre

(La Terza Madre)

Film del: 2007     Genere: Horror
Durata: 98 minuti   Uscito al cinema il: 31/10/2007   


In questa terza parte della trilogia delle Mater Argento calca molto di più la mano sul piano splatter


Trama:

La potentissima Mater Lacrimarum viene risvegliata, per errore, dal suo sonno eterno da una studentessa americana. Vengono così richiamate a Roma streghe da tutto il mondo.



Vota il film!

Voto medio: 5,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Terza Madre

Più di mille anni fa tre donne inventarono, con una sorta di rito, quella che fu definita stregoneria, spargendo morte e distruzione dappertutto.
Queste tre megere ad un certo punto si divisero per poi morire in punti diversi del pianeta: New York, Friburgo e Roma. In Suspiria ed Inferno, i primi due capitoli di questa temibile saga, il maestro dell’horror all’italiana Dario Argento aveva descritto la resurrezione di questi angeli del male, la Mater Tenebrarum e la Mater Sospirarum, ora, con La Terza Madre, è la volta della Mater Lacrimarum, la madre delle lacrime.

Facendo sfilare nei titoli di testa frammenti dei quadri di Bosch, e delle sue deformanti figure, inframezzati con disegni del maligno, Argento ci guida per mano in quel labirinto di incubi di cui conosciamo la materia. Il cineasta parte subito in quarta facendo squartare, da parte di esseri deformi, un archeologa talmente curiosa da aprire un enigmatico baule.
Quello che ne esce non sarà solo la sua maledizione, ma sprigionerà un onda maligna che metterà a ferro e fuoco Roma.

Per gestire questa drastica situazione Dario Argento usa la figlia Asia, dopo dieci anni che non la metteva davanti al suo occhio cinematografico.
La malcapitata dovrà risolvere la soluzione di questo assurdo rompicapo che le porta via l’amato e suo figlio, per poi scoprire che le aveva sottratto, tempo addietro, sua madre interpretata dalla vera genitrice Daria Nicolodi, sotto forma di ologramma.

In questa terza parte della trilogia delle Mater Argento calca molto di più la mano sul piano splatter, rispetto ad altri film. Il Nostro sembra ormai non avere più freni inibitori mostrando madri che tagliano a pezzi i loro bambini o li buttano da un ponte, donne stritolate con le proprie budella, torture, sevizie, divertendosi a sguazzare in un bagno di sangue oltremisura e fine a se stesso. Per equilibrare ironia e malasorte il regista mostra le streghe vestite alla Marylin Manson, arrivate da tutto il mondo per aiutare la grande Madre, che hanno addirittura il tempo di non rispondere ad uno che gli chiede un'informazione all’aereoporto di Fiumicino ed a negare l’elemosina ad una povera vecchietta all’angolo di una strada.

Con questo film Dario Argento sembra aver perso la strada di casa. A differenza dei film che lo hanno reso celebre, con ragione, e nei quali regnava una struttura narrativa forte e più realistica, negli utlimi lavori e principalmente nella Terza Madre quella componente ha lasciato spazio ad un puro ed effimero effetto gore, facendo diventare così i personaggi in questione delle marionette senza anima.
Senza anima non perché gliela ha portata via il diavolo ma, purtroppo, perché gliela ha scippata il loro stesso creatore.

Ma, forse, alla fine, questi film vanno presi per quelli che sono. Dario Argento li scrive e li proprone come terapia ai propri incubi e, di conseguenza, lo spettatore amante del genere li guarda per scaricare la tensione e vedere proiettate le proprie angosce su uno schermo e così staccarsene. Sempre meglio che pagare uno psicanalista o ammazzare il vicino di casa.

(Marco Massaccesi)



FILM CORRELATI:

  • (1980) Inferno

  • (1977) Suspiria

  • Cast

    Asia Argento   Asia Argento
    (32 anni circa in questo film)

    ... Sarah Mandy

    Udo Kier   Udo Kier
    (63 anni circa in questo film)

    ... Padre Johannes, l'esorcista

    Moran Atias   Moran Atias
    (26 anni circa in questo film)

    ... Mater Lacrimarum

    Daria Nicolodi   Daria Nicolodi
    (57 anni circa in questo film)

    ... Elisa Mandy

    Coralina Cataldi-Tassoni   Coralina Cataldi-Tassoni
    (36 anni circa in questo film)

    ... Giselle

    Valeria Cavalli   Valeria Cavalli
    (48 anni circa in questo film)

    ... Marta

    Philippe Leroy   Philippe Leroy
    (77 anni circa in questo film)

    ... alchimista

        Adam James

    ... Michael Pierce

    Jun Ichikawa (II)   Jun Ichikawa (II)
    (25 anni circa in questo film)

    ... Katerina

        Gisella Marengo

    ... strega

        Araba Dell'Utri
    (22 anni circa in questo film)

    ... strega

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    Italia

    Regia

     

    Dario Argento

    Sceneggiatura

     

    Dario Argento / Jace Anderson / Walter Fasano / Simona Simonetti / Adam Gierasch

    Fotografia:

     

    Frederic Fasano

    Colonna Sonora

     

    Claudio Simonetti

    Produzione:

     

    Opera Film / Medusa

    Distribuzione:

     

    Medusa

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................