La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'Ora di Punta

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2007
In Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




06/04/2008
Il mese di aprile di 01 Distribution: novità ed edizioni deluxe in DVD

..............................

L'Ora di Punta

(L'ora di punta)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 96 minuti   Uscito al cinema il: 07/09/2007   



Trama:

Filippo Costa, giovane agente della guardia di finanza pensa di fare carriera all'interno della Guardia di Finanza dove lavora come agente, ma quando capisce che con la corruzione di alcuni ambienti può arrivare al successo molto più facilmente, non ci pensa due volte. Conosce Caterina, una donna più grande di lui, bella, colta, elegante, molto ricca e grazie a lei, Filippo inizia la sua scalata ad uno stato sociale economicamente prestigioso.



Vota il film!

Voto medio: 3,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'Ora di Punta

Difficile paragonare i film italiani in concorso a Venezia quest’anno con gli altri, sembra quasi che a fronte di un notevole innalzamento di livello, con nomi come Andersonn o Haynes, la necessità commerciale di avere dei titoli “di casa” abbia portato a delle scelte a dir poco frettolose. Resta da chiedersi se si è investito sul cavallo sbagliato o se – molto peggio – non c’erano alternative.

L’ora di punta di Vincenzo Marra verrà probabilmente ricordato più per la polemica legata alle dichiarazioni di Fanny Ardant, che peraltro nulla hanno a che fare con il film, che per il suo intento di denuncia.
Questa pseudo fiction televisiva viene infiocchettata e presentata come se si trattasse di un film di denuncia, ma siamo lontani anni luce da Tutti gli uomini del presidente o anche da un più vicino Muro di gomma. Il problema essenziale risiede proprio nelle capacità narrativa di Marra; per veicolare un messaggio occorre che sia comunque ben presentato, che non risulti soporifero e che abbia un minimo di struttura nei dialoghi.
I tempi dilatati fino all’inverosimile, come se ci trovassimo di fronte ad un’opera intimista, invece di trasportarci nel travaglio interiore del protagonista diventano il momento per riflettere sulla pochezza dei dialoghi. Il continuo reiterare della spiegazioni, fino all’ultima virgola, di ogni personaggio, la banalità delle asserzioni dei protagonisti uniti ad una cifra stilistica tipica dello sceneggiato (campi e controcampi la fanno da padrone) zavorrano senza appello l’opera.

Peccato, non solo per gli interessanti precedenti del cineasta, ma soprattutto per la tematica che sarebbe potuta essere interessante. Se sfrondiamo in toto il protagonista da tutta una serie di orpelli e scendiamo al nocciolo, ci ritroviamo improvvisamente in quella Prima Repubblica che pensavamo lontana.
Il film è ambientato oggi, ma nulla sembra essere mutato da allora. Mele marce, commistioni politiche, appalti truccati e “squali” pronti a tutto per il dio denaro. Oggi come allora il mondo è di quelli pronti ad appropriarsene in barba a chiunque e in un Paese dove la punizione non è mai certa, dove tutto si muove nella zona grigia tra il bianco e nero in una sorta di selvaggio West del nuovo millennio.

(Valerio Salvi)



Cast

    Michele Lastella

... Filippo

Fanny Ardant   Fanny Ardant
(58 anni circa in questo film)

... Catherine

Giulia Bevilacqua   Giulia Bevilacqua
(28 anni circa in questo film)

... Francesca

    Augusto Zucchi

... Donati

    Augusto Zucchi

... colonnello Salvi

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Vincenzo Marra

Sceneggiatura

 

Vincenzo Marra

Fotografia:

 

Luca Bigazzi

Produzione:

 

R&C Produzioni / French Connection / Rai Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................