La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Io Non Sono Qui

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2007
In Concorso

..............................



..............................
PREMI


festival di venezia
Festival di Venezia 2007

Cate Blanchett   Coppa Volpi miglior attrice

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




04/09/2007
Venezia tra ritratti dylaniani e uomini di mafia


08/09/2007
Venezia 64 - Tutti i premi

..............................

Io Non Sono Qui

(I'm Not There)

Film del: 2007     Genere: Biografico / Musicale
Durata: 135 minuti   Uscito al cinema il: 07/09/2007   



Trama:

Storia di Bob Dylan attraverso la sguardo di 7 personaggi differenti.



Vota il film!

Voto medio: 6,88

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Io Non Sono Qui

Sono davvero rarissimi gli esempi di film biografici dedicati ad artisti ancora in vita, e all’interno di questo sparuto gruppetto Io non sono qui di Todd Haynes emerge come qualcosa di assolutamente nuovo. In effetti questa pellicola costituisce un autentico punto di svolta nel genere ormai consolidato del biopic, che viene messo in discussione e capovolto per quanto riguarda la necessaria convenzionalità della storia di vita. La biografia, letteraria o cinematografica è sempre alla ricerca di una riproduzione della realtà tramite il racconto che renda conoscibili alcuni avvenimenti così come sono accaduti secondo la memoria dei protagonisti e dei testimoni. Il procedimento è naturalmente paradossale perché in una rappresentazione della verità entrano sempre in gioco elementi distorsivi più o meno intenzionali. L’arte però, in particolare nel XX secolo, è un qualcosa di riproducibile e può essere reinterpretata, smontata e rimontata fino a diventare qualcosa di altro, eppure immediatamente riconoscibile. Questo è in definitiva il senso della parola “postmoderno” e con Io non sono qui Todd Haynes compie un’operazione squisitamente postmoderna.

Il regista non si limita infatti a mescolare finzione, documentario, video-clip commerciale e video allestimento in un mishmash visionario ma coerente, ma si spinge ben oltre. La personalità dell’artista oggetto dell’indagine viene scomposta in ben sei personaggi distinti (ciascuno interpretato da un attore diverso), nessuno dei quali è da ritenersi “autentico” nel senso tradizionale del termine. Sono però aspetti emblematici di un unico cantante, in grado di trasformarsi, di evolversi e di assumere fisionomie differenti e persino contraddittorie, almeno in apparenza. I produttori hanno definito tali maschere nei seguenti termini: “il menestrello delle pianure del sud, il profeta del folk, il poeta visionario, il giuda elettrico, il divo inossidabile, il predicatore evangelico, il cowboy solitario”.
Quello che è avvenuto si mescola con quanto è solo immaginato e tutti i nomi vengono cambiati o stravolti, perché il potere dell’icona non ha bisogno di etichette. Il nome di Bob Dylan non ricorre nemmeno una volta nel corso della pellicola. “Io non ci sono”, si potrebbe dire, come nella canzone dei Basement tapes eseguita a Woodstock con The Band da cui prende il titolo il film. In Pat Garrett e Billy the kid quando ad Alias, il personaggio interpretato da Dylan, viene chiesto il nome, questi risponde: “è una domanda molto interessante”. Alla quale forse è inutile tentare di dare una risposta.

Io non sono qui è un film che farà discutere ad appassionerà gli amanti di Dylan che si divertiranno a seguire le decine di citazioni ed impressioni che fanno parte della sua leggenda. Per chi non ha una grande dimestichezza con il mito di Dylan, l’opera di Haynes resta un lavoro sontuoso, a tratti criptico e spiazzante, ma pur sempre un esempio di grande cinema. E chissà che non sia uno stimolo a conoscere meglio il poeta, il musicista e, perché no, il guitto e il giocoliere. Anche perché lui forse non ci sarà, ma la sua musica sì, e penetra fin dentro alle ossa come una pioggia pesante.

(Mauro Corso)



Cast

Christian Bale   Christian Bale
(33 anni circa in questo film)

... Bob Dylan / John / Jack

Cate Blanchett   Cate Blanchett
(38 anni circa in questo film)

... Bob Dylan / Jude

Richard Gere   Richard Gere
(58 anni circa in questo film)

... Bob Dylan / Billy

Heath Ledger   Heath Ledger
(28 anni circa in questo film)

... Bob Dylan

Ben Whishaw   Ben Whishaw
(27 anni circa in questo film)

... Bob Dylan / Arthur

    Marcus Carl Franklin

... Bob Dylan / Woody

Julianne Moore   Julianne Moore
(47 anni circa in questo film)

... Alice

Michelle Williams   Michelle Williams
(27 anni circa in questo film)

... Coco Rivington

Charlotte Gainsbourg   Charlotte Gainsbourg
(36 anni circa in questo film)

... Claire

Bruce Greenwood   Bruce Greenwood
(51 anni circa in questo film)

... intervistatore

    Benz Antoine
(35 anni circa in questo film)

... Bobby Seale / Rabbit Brown

Tamara Craig Thomas   Tamara Craig Thomas

... Hewey Newton

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Todd Haynes

Sceneggiatura

 

Todd Haynes

Fotografia:

 

Edward Lachman

Colonna Sonora

 

Bob Dylan

Produzione:

 

Killer Films / John Wells Productions / John Goldwyn Productions / Endgame Entertainment

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................