La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Nessuna Qualità Agli Eroi

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2007
In Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




19/03/2008
Bergamo Film Meeting: resoconto dell'edizione 2008

..............................

Nessuna Qualità Agli Eroi

(Nessuna qualità agli eroi)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 102 minuti   Uscito al cinema il: 28/03/2008   



Trama:

Luca e Bruno, due vite destinate ad incrociare il loro cammino. L’affinità di un’infanzia difficile e di mille problemi psicologici, porteranno Bruno alla scelta “eroica” di sacrificare se stesso per difendere il giovane Luca.



Vota il film!

Voto medio: 2,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Nessuna Qualità Agli Eroi

Opera grigia, come nella fusione del contrasto tra bianco e nero, perennemente ricorrente in tutto il film.
Tale grigiore è dovuto alla tristezza forzata che il clichè del regista vuole proporci ossessivamente.
Contrariamente a ogni veridicità, Franchi ci mostra una realtà priva di sorriso, e all’insegna di una monotona cupezza, con l’assurda pretesa che in un’esistenza drammatica non ci possa essere spazio nemmeno per un ghigno nell’arco di cento minuti di riprese.
E’ la bislacca esasperazione del genere, realizzato su un’artefatta ricerca del pianto e della commozione.
Quando poi il grigio decide di tornare alle sue forme originali ecco che si ripresenta nel suo accecante bianco e nel suo funereo nero, sia sotto forma di immagini e colori, sia nella conseguente riproposizione di sentimenti e situazioni.
Il nero luttuoso degli abiti di Luca e Bruno, viene così posto in antitesi con il bianco surreale delle pareti che li circondano. Lo stesso candido studio di inizio film, si tramuta in corvino nella scena finale, sottolineando con l’aiuto della tinta, il gesto estremo che Bruno compie, addossandosi colpe non sue.

Ma se questa, apprezzabile o meno che sia, è pura annodatura psicologica, lo stesso non si può dire della continua proposizione di immagini di sesso.
Se ormai nessuno più storce il naso di fronte a inquadrature di esplicita intimità, non tutta la critica apprezzerà la naturalezza della scelta di Franchi, nel proporci la visione del membro di Germano, e altre scene erotiche che i più moralisti potrebbero definire al confine con il porno.
Immagini gratuite e slegate dal contesto del film, che trovano un punto di connessione soltanto con il concetto di forzatura che campeggia in tutto il film, e che guadagna un ulteriore tassello a causa della perpetua violenza del sonoro, che nei pianti e nelle urla, ma anche nel semplice dialogo, risulta insistentemente marcato.
Che siano scene di sesso, sofferenza, o audio eccessivo, a cosa è dovuta una tale esasperazione come linea guida generale in tutta la pellicola? Forse per cercare di dare un senso ad un disegno di contenuti scarni, che non permette neppure di toglierci la curiosità di vedere per intero il quadro che dà il titolo all’opera?

(Tiziano Costantini)



Cast

Elio Germano   Elio Germano
(27 anni circa in questo film)

... Luca

Bruno Todeschini   Bruno Todeschini
(45 anni circa in questo film)

... Bruno Ledeux

Irène Jacob   Irène Jacob
(41 anni circa in questo film)

... Anna Ledeux

Maria de Medeiros   Maria de Medeiros
(42 anni circa in questo film)

... Cecile

    Paolo Graziosi
(67 anni circa in questo film)

... direttore di banca

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Francia / Svizzera

Regia

 

Paolo Franchi

Sceneggiatura

 

Paolo Franchi / Daniela Ceselli

Fotografia:

 

Cesare Accetta

Colonna Sonora

 

Martin Wheeler

Produzione:

 

ITC Movie / Bianca Film / Ventura Film

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................