La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Chun-nyun-hack - Beyond the Years

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2007
Fuori Concorso ed Eventi Speciali

..............................



Chun-nyun-hack - Beyond the Years

(Chun-nyun-hack)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 106 minuti   



Trama:

Dong-ho e Song-hwa sono stati adottati separatamente da Yubong, un cantante girovago, e crescono come fratello e sorella. Dong-ho si innamora di Song-hwa ma soffre per il fatto che è la propria sorella e combatte continuamente contro le ossessioni del padre di avere in famiglia un cantante. Alla fine Dong-ho se ne va di casa. Continua comunque a provare gli stessi sentimenti per Song-hwa e allo stesso tempo a migliorare le sue abilità di batterista che ben si accompagnerebbero con le doti vocali della sorella.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Chun-nyun-hack - Beyond the Years

Il cinema ha un potere innegabile. Tramite la sua forma espressiva principe, il segno, può avere la funzione di ponte fra culture diverse, distanti, comunicando in maniera universale concetti, immagini e tradizioni che ben difficilmente sono comunicabili verbalmente per via di barriere linguistiche e culturali. Così il centesimo film del regista coreano Im Kwon Taek vuole trasmetterci una storia struggente e romantica incentrata sulla musica folk del suo paese. Avevamo bisogno di questa centesima pellicola? La risposta, citando un proverbio popolare polacco è: “ne avevamo bisogno come un buco in un ponte”. O per usare un’immagine yiddish “come di un buco in testa”.

La storia che Im Kwon Taek racconta è molto lineare ed è incentrata sul legame simbiotico che necessariamente si deve instaurare fra suonatore di tamburo e cantante nella musica tradizionale coreana. Tale rapporto artistico deve basarsi sul dolore interiore, e perché no anche fisico. Il cantante girovago che cresce Song-hwa e Dong-ho come fratelli forse vorrebbe essere presentato come un saggio che guida i giovani in un percorso che li condurrà alla perfezione artistica. Piuttosto appare come un vecchio sadico disposto a sacrificare qualunque cosa in favore dell’arte. Digiunare fa bene alla musica, non dormire fa bene alla musica, faticare fa bene alla musica. Quello che però sembra avere effetti maggiormente positivi sulle capacità esecutive dei suoi pupilli è innamorarsi ed essere incapaci per ragioni sociali ed emotive di coronare il proprio sogno d’amore. Inizia così un rincorrersi fra i due a metà strada fra melò e telenovela, in cui diversi personaggi si frappongono tra i due. Una scusa per presentare diverse situazioni musicali in cui veniamo a contatto con la sonorità dei menestrelli coreani.

In un primo momento la musica che ci viene presentata è una curiosità in grado di ridestare un vago interesse nell’amante di curiosità etnografiche. Poco dopo però la monotonia e la ripetitività delle dissonanze assumono caratteri punitivi per la pazienza dello spettatore. Ci si potrà aspettare che l’appassionato fulgore della poesia coreana sia in grado di colmare tale distanza di gusto. Anche in questo caso però bisogna prepararsi a una cocente delusione. Una delle canzone più caratteristiche recita testualmente: “Gli uccelli lontani si sentono male / gli uccelli vicini si sentono bene / vai su quel monte / cucù cucù”. Problema o errore di traduzione? Di fronte alla semplicità del testo sembra davvero difficile crederlo.

(Mauro Corso)



Cast

    Jung-hae Oh

... Songhwa

    Hyeon-jae Jo
(27 anni circa in questo film)

    Seung-eun Oh
(28 anni circa in questo film)

    Seung-yong Ryoo

Dati Tecnici

Nazione

 

Corea del Sud

Regia

 

Kwon-taek Im

Sceneggiatura

 

Kwon-taek Im / Chung-Joon Lee

Fotografia:

 

Il-sung Jung

Colonna Sonora

 

Kunihiko Ryo

Produzione:

 

Kino2 Pictures

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................