La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Treno per Darjeeling

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2007
In Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




03/09/2007
Venezia tra Francia, India e Bosnia


02/10/2008
La Fox prepara le uscite di ottobre, ecco le novità in dvd e blu-ray

..............................

Il Treno per Darjeeling

(The Darjeeling Limited)

Film del: 2007     Genere: Avventura / Commedia / Drammatico
Durata: 91 minuti   Uscito al cinema il: 02/05/2008   


I tic, le manie, le paure grandi e piccole sono parte integrante del patrimonio genetico dei suoi personaggi


Trama:

Dopo la morte del padre, tre fratelli decidono di cementare il proprio rapporto con l'aiuto di un viaggio attraverso l'India. L'idea è di ritrovare la madre partita per svolgere interventi umanitari. Ma alla fine la riflessione sulla propria vita e sull'India in generale li aiuterà a capire cosa è importante o no.



Vota il film!

Voto medio: 7,25

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Treno per Darjeeling

Tre uomini in fuga da un passato complicato e confuso. Tre fratelli alle prese con un presente irrisolto ed in cerca di un futuro più sereno da affrontare. Tematiche di un certo peso, ma se a raccontare le vicende dei 3 fratelli sull’orlo di una crisi di nervi è Wes Anderson state certi che il divertimento è assicurato. Ma non sono risate fine a stesse. La comicità di Anderson ha sempre un secondo livello che se individuato, andando oltre le espressioni inebetite dei suoi personaggi e superando la cortina dei loro dialoghi spesso di una riga oltre la normalità, consente di cogliere quella nevrosi così americana che il regista dei Tenenbaum continua a raccontarci. I tic, le manie, le paure grandi e piccole sono parte integrante del patrimonio genetico dei suoi personaggi, tanto che potresti riconoscerli anche senza sapere che si tratta di un suo film. Sempre alle prese con qualcosa più grande di loro che non riescono ad affrontare con compiutezza, mai capaci di reazioni che non siano originali e fuori dalla norma, questi sembrano attraversare la vita con la sorpresa e l’ingenuità di un bambino che vi si stia affacciando per la prima volta. Come anche in questo film, che racconta del viaggio intrapreso da tre fratelli in India, dopo la dolorosa perdita del padre, per andare ad incontrare la madre trasferitasi da anni in un convento posto nell'India più profonda. Durante questo viaggio, a bordo del treno “Darjeeling Limited”, i tre fratelli tenteranno di ricucire un difficile rapporto da tempo in crisi. Ma non ci sono nel cinema di Anderson drammi esistenziali esibiti come tragedie greche. Il suo non è un cinema urlato, non c'è ostentazione. Anche nei momenti più drammatici il suo stile si mantiene sul virtuoso confine del non detto e dell’accennato. Un’espressione, una domanda non posta, una risposta non data, è più che sufficiente per rappresentare il dolore. Soprattutto quando si dispone di interpreti superlativi (ammirate la maschera di Adrien Brody o il sorriso sereno di Angelica Huston).

The Darjeling Limited, preceduto da un corto di 12 minuti, con Natalie Portman, che funge da prologo al film, è anche una prova di bravura tecnica fornita da Anderson. Il regista utilizza il meno possibile il campo e il controcampo accompagnando i movimenti dei personaggi con morbide virate della macchina da presa quasi fosse un altro interlocutore partecipe della scena sempre fotografata con toni accesi e coloratissima (e le sfumature di un paese come l’India, aiutano). Capace di iperboli improvvise (c’è una zoommata mozza fiato da antologia) ha un occhio meticoloso nella preparazione della messinscena spesso contaminandola con simboli e richiami ad altri film ed anche ad altre espressioni artistiche.

I tre attori (Owen Wilson, Jason Schwartzman e Adrian Brody) sono bravissimi ad assecondare la fervida immaginazione di Anderson e riescono ottimamente a navigare nel pericolo terreno del tragicomico ed alla fine il risultato che si ottiene è quello di un bel film, diverso e divertente.

(Daniele Sesti)



Cast

Owen Wilson   Owen Wilson
(39 anni circa in questo film)

... Francis

Adrien Brody   Adrien Brody
(34 anni circa in questo film)

... Peter

Jason Schwartzman   Jason Schwartzman
(27 anni circa in questo film)

... Jack

Anjelica Huston   Anjelica Huston
(56 anni circa in questo film)

... la madre

Camilla Rutherford   Camilla Rutherford
(31 anni circa in questo film)

... Alice

Bill Murray   Bill Murray
(57 anni circa in questo film)

... uomo d'affari

Natalie Portman   Natalie Portman
(26 anni circa in questo film)

... fidanzata

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Wes Anderson

Sceneggiatura

 

Wes Anderson / Roman Coppola / Jason Schwartzman

Fotografia:

 

Robert D. Yeoman

Produzione:

 

Scott Rudin Productions / Cine Mosaic / American Empirical Pictures

Distribuzione:

 

20th Century Fox

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................