La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Non è un Paese per Vecchi

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Cannes 2007
Film in Concorso

..............................



..............................
PREMI


oscar
Oscar 2008

Joel Coen   miglior regista

Joel Coen   miglior film

Ethan Coen   miglior film

Ethan Coen   miglior regista

Javier Bardem   miglior attore n.p.

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




21/02/2008
Gli Eroi Sanguinari della Settimana


24/02/2008
Gli Oscar 2008


19/11/2008
La Top Villain della redazione

..............................

Non è un Paese per Vecchi

(No Country for Old Men)

Film del: 2007     Genere: Drammatico
Durata: 122 minuti   Uscito al cinema il: 22/02/2008   


Dopo le prove debolucce degli ultimi anni, i fratelli Joel e Ethan Coen tornano al grande cinema con una carica di violenza narrativa e figurativa felicemente sorprendente


Trama:

Nel Texas di oggi, lungo il confine con il Messico, si incrociano i destini di tre uomini attorno ad una valigetta di soldi sporchi.



Vota il film!

Voto medio: 7,56

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Non è un Paese per Vecchi

Llewelyn Moss è un reduce del Vietnam che, mentre costeggia il Rio Grande, s’imbatte, un giorno, in una piana affollata di cadaveri e in una borsa contenente due milioni di dollari, lascito di uno scambio di droga andato a mal fine. Quando Llewelyn raccoglie quella borsa, la sua vita cambia, si appende coscientemente ad un filo, e inizia una fuga lunga un film. Lo insegue il misterioso e sanguinario Anton Chigurh (il candidato all’Oscar Javier Bardem), a sua volta ricercato e pedinato dallo sceriffo Bell, rappresentante della legge e dei vecchi valori svaniti nel nulla.

Dopo le prove debolucce di Prima ti sposo, poi ti rovino e Ladykillers e il freddo L’uomo che non c’era, i fratelli Joel e Ethan Coen tornano al grande cinema con una carica di violenza narrativa e figurativa felicemente sorprendente e una passione per l’arte del racconto che brucia come il deserto che fotografano. L’adattamento segue fedele le pagine del romanzo di Cormac McCarthy, ne conserva i dialoghi alla lettera, ma mai come questa volta la regia insuffla la vita nella carta, la sporca di sangue, la colora con i toni della terra bruciata, la fa respirare, affannata, sotto i grandi cieli americani.
In un “crocevia della morte” s’intersecano i destini di tre personaggi destinati ad imprimersi nella memoria cinefila, adottati da tre attori straordinari. Chigurh, alto, lento, con un ridicolo taglio di capelli e una propensione ad innescare dialoghi altrettanto divertenti, è il male assoluto, l’assassino folle, che decide il destino delle vittime tirando una monetina; Moss cerca di anticiparlo, novello cowboy lanciato in un’avventura sproporzionata rispetto al suo status di solitario cacciatore di antilopi; lo sceriffo Bell lo segue, impotente di fronte all’inarrestabilità del flusso di violenza.

Per la prima volta alle prese con un vero e proprio film d’azione, i Coen inscenano un inseguimento in crescendo di suspence, punteggiato di echi biblici e umorismo nero. Rileggendo e scompaginando il genere come solo loro sanno fare, si allontanano dal puro esercizio di stile e partoriscono una riflessione più contemporanea che mai sulla ferocia del presente. Amaro e senza speranza, Non è un paese per vecchi può cercare la luce solo affidandosi ad un sogno e così fa, in un finale di rara poesia. Perché “Non puoi fermare quello che sta arrivando”, dice lo sceriffo Bell, e perché ai fratelli Coen non interessa moraleggiare; le immagini parlano da sé. I ladri di bestiame hanno lasciato il posto ai corrieri della droga, il Dakota congelato di “Fargo” ha lasciato il posto ad una nuova terra di nessuno: l’arido confine tra Texas e Messico, là dove si decide anche il confine tra la legge e l’assenza della stessa, tra ciò che è razionale e ciò che s’inoltra nel buio della mente. Il grande west è mutato per sempre, è finita un’epoca (del cinema?), l’America di oggi non è un paese per vecchi.

(Marianna Cappi)



Cast

Tommy Lee Jones   Tommy Lee Jones
(61 anni circa in questo film)

... sceriffo Bell

Javier Bardem   Javier Bardem
(38 anni circa in questo film)

... Anton Chigurh

Josh Brolin   Josh Brolin
(39 anni circa in questo film)

... Llewelyn Moss

Woody Harrelson   Woody Harrelson
(46 anni circa in questo film)

... Carson Wells

Kelly Macdonald   Kelly Macdonald
(31 anni circa in questo film)

... Carla Jean

Garret Dillahunt   Garret Dillahunt
(43 anni circa in questo film)

... deputato Wendell

    Tess Harper
(57 anni circa in questo film)

... Loretta Bell

    Barry Corbin
(67 anni circa in questo film)

... Ellis

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Joel Coen / Ethan Coen

Sceneggiatura

 

Joel Coen / Ethan Coen

Fotografia:

 

Roger Deakins

Colonna Sonora

 

Carter Burwell

Produzione:

 

Paramount Vantage / Miramax Films / Scott Rudin Productions / Mike Zoss Productions

Distribuzione:

 

Universal Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................