La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Ratatouille

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




06/08/2007
Cinema d’Autunno - Cosa non si fa per diventare Chef!


17/10/2007
Ecco Ratatouille, cuoco per passione

..............................

Ratatouille

(Ratatouille)

Film del: 2007     Genere: Animazione
Durata: 110 minuti   Uscito al cinema il: 17/10/2007   


Apriamo la dispensa dei buoni sapori e lasciamo che il profumo avvolga i nostri sentimenti, perché è sempre bello sognare


Trama:

Rémy è un topolino buongustaio che vive in provincia e non si rassegna a mangiare cibo spazzatura (come i suoi simili). Decide di diventare cuoco, parte a Parigi e diventa amcio con lo chef di un importante ristorante della Capitale.



Vota il film!

Voto medio: 7,94

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Ratatouille

Che meraviglia il mondo ideato dalla Pixar! Dai giocattoli che si animano in Toy Story, ai mostri spaventati dai bambini in Monster & Co. , navigando nell’oceano Alla Ricerca di Nemo fino agli Incredibili supereroi che tentano di condurre una vita da umani, la Pixar rivolge il suo talento ad un tenero topolino blu che sogna di fare il cuoco.

Dopo la leggera defaiance di Cars, l’innovativa casa di produzione digitale, sempre più assediata da emule che cercano di raggiungerne la poesia e l’abilità, utilizza uno dei piatti più semplici della cucina francese, ricavato utilizzando i resti di quello che c’è nel frigo: la ratatouille, diventa il titolo e la bandiera del nuovo lungometraggio: niente ricercatezze, niente velleità inutili, ma semplicità e concretezza sono le armi per toccare le corde dei sentimenti di un pubblico che forse inizia a stancarsi del bombardamento di vuoti tecnicismi.

L’idea di rendere “umano” un topo, soprattutto se dotato di ingredienti come talento e fantasia, potrebbe apparire un po’ bizzarra, ma la vita spesso porta l’essere umano (e non solo) a seguire i propri istinti, anche se la paura a volte governa il proprio “io” e il coraggio non sempre è così facile da avere.
Si ha il timore di non farcela, di fallire e allora nelle scelte si percorre la strada più facile troppo presi da ciò che possono pensare gli altri, dalle reazioni di coloro che ti sono vicino, per l’incertezza nella riuscita o meno in ciò che si crede e forse anche spinti dal vile denaro.

Questa pellicola in fondo è un inno all’amicizia ma soprattutto al coraggio. Quel coraggio che viene ben ripagato se si ha fiducia nelle proprie potenzialità o forse soltanto nel sogno che ciascuno di noi conserva nel proprio cuore. Con la volontà e con il sacrificio tutti possono diventare un Remy del proprio destino, che insegue il suo sogno anche in solitudine ma con la determinazione di colui che ha in sé la speranza di raggiungere il suo obiettivo. Aggiungiamo anche la bontà unita all’amore e al rispetto per gli altri, siano questi tuoi simili o meno, e allora gli ingredienti ci sono tutti per la riuscita di un buon piatto, proprio come il buon vecchio Walt Disney ha predicato per oltre un cinquantennio.

E allora apriamo la dispensa dei buoni sapori e lasciamo che il profumo avvolga i nostri sentimenti, perchè se è vero che ci vuole coraggio è pur vero che è così bello sognare.

(Laura Castaldi)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Brad Bird

Sceneggiatura

 

Brad Bird

Fotografia:

 

Sharon Calahan / Robert Anderson

Colonna Sonora

 

Michael Giacchino

Produzione:

 

Pixar

Distribuzione:

 

Buena Vista

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................