La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Seta

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2007
Sezione Premi?re

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




22/10/2007
Conferenza stampa di Seta

..............................

Seta

(Silk)

Film del: 2007     Genere: Drammatico / Romantico
Durata: 112 minuti   Uscito al cinema il: 26/10/2007   


Giruad, che aveva tanto osato nel suo primo lungometraggio diventa esageratamente sentimentale, lento da risultare soporifero


Trama:

Herve Joncour, un allevatore decide di andare sino in Giappone per procurarsi bachi da seta di contrabbando.



Vota il film!

Voto medio: 4,12

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Seta

Bisogna prenderne atto, Francois Giraud non è più quello dei tempi di 32 piccoli film su Glenn Gould. Qualche segnale di un cedimento creativo già si era percepito con il successivo The Red Violin, anche se poteva essere inteso come un semplice passo falso, ma con Seta si è persa ogni speranza.

Mettendo in scena questo nuovo progetto si ha l’impressione che ormai al nostro non interessi più fare un cinema originale ed elettrizzante, anzi tutt’altro, sembra si sia ormai adagiato su temi banali e stereotipati.
Tratto dal romanzo di Alessandro Baricco Seta traccia il percorso di Hervé Joncour, interpretato da un immobile Michael Pitt, un uomo sì innamorato della bella Hélene, ma anche capace di catapultarsi dall’altra parte del mondo solamente per rivedere il dolce viso di una ragazza giapponese, alla quale non ha neanche rivolto la parola durante l’arco della sua esistenza.

Giraud prende il romanzo di Baricco e lo segue passo passo, soprattutto nei dialoghi, tralasciando, però alcune cose: l’immagine evocata dallo scrittore del contrabbandiere Hara Kei, qui ribattezzato Hara Jubei, in cartaceo solenne ed inaccessibile in celluloide, invece, povera anche se più umana, omettendo così anche la parte riguardante le molteplici gabbie stracolme dei più stravaganti uccelli, pronte ad essere liberate qualora la sua amante lo tradisca.

Oltre a questo il cineasta altera il tempo abbastanza stringato del racconto annacquandolo di scene smisuratamente lunghe, facendo così risultare il film un'inutile sequenza di sguardi e attese. Attese talmente realistiche da far sembrare proprio il cinema una grande sala d’aspetto, nella quale si spera che prima o poi qualcosa accada sullo schermo.

Bisogna comunque ammetterlo, checché se ne dica: il romanzo di Baricco non è ne “L’Idiota” di Dostoevskij e neanche “I Dolori del Giovane Werther” di Goethe, ma qualcosa ci si poteva ricavare.
Giraud ha preso invece il lato meno originale del racconto, cioè la struttura, senza far emergere l’elemento forse più caro ad Alessandro Baricco: il linguaggio. Quel giocare con parole, codici, e quant’altro tipico dell’autore, atto a produrre qualcosa di unico ed unicamente suo.

Giruad, che aveva tanto osato nel suo primo lungometraggio dimostrando il talento giusto per questo progetto, tralascia totalmente questa chiave estetica per far riaffiorare solo lo scheletro, di cui si poteva benissmo fare a meno.

Esageratamente sentimentale, lento da risultare soporifero, in Seta, malgrado il cineasta avesse dalla sua un compositore come Ryuichi Sakamoto, non riesce neanche, combinando musica ed immagini, a far affiorare una sensualità tipicamente orientale, quella fatta di piccoli e fugaci gesti, posture dolci e minuziose che si fanno notare perfino nella preparazione del tè.

Parafrasando le parole di Alfred Molina nel film, l’unico che si salva da questa natura morta dal gusto orientale: ”I giapponesi fanno la seta da millenni. Io l’ho toccata. Sembra toccare il nulla”. Ecco, guardando Seta sembra di vedere il nulla.

(Marco Massaccesi)



Cast

Keira Knightley   Keira Knightley
(22 anni circa in questo film)

... Helene Joncour

Michael Pitt   Michael Pitt
(26 anni circa in questo film)

... Herve Joncour

Alfred Molina   Alfred Molina
(54 anni circa in questo film)

... Baldabiou

Mark Rendall   Mark Rendall
(19 anni circa in questo film)

... Ludovic

    Miki Nakatani
(31 anni circa in questo film)

... Madame Blanche

    Leslie Csuth

... M. Loiseau

Koji Yakusho   Koji Yakusho
(51 anni circa in questo film)

... Hara Jubei

Dati Tecnici

Nazione

 

Canada / Francia / Italia / Regno Unito / Giappone

Regia

 

François Girard

Sceneggiatura

 

François Girard / Alessandro Baricco / Michael Golding

Fotografia:

 

Alain Dostie

Colonna Sonora

 

Ryuichi Sakamoto

Produzione:

 

Bee Vine Pictures / Fandango / Rhombus Media / Vice Versa Film

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................