La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Death of President - Morte di un Presidente

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




Bush 11/03/2007
Senza Bush il mondo farebbe comunque schifo?


15/03/2007
Quando muore un presidente. Per finta

..............................

Death of President - Morte di un Presidente

(Death of President)

Film del: 2006     Genere: Docu-fantasy / Drammatico / Thriller
Durata: 90 minuti   Uscito al cinema il: 16/03/2007   


La forza del film si esaurisce nel titolo, unico elemento “contro” rispetto a tutto ciò che nel film viene timidamente ipotizzato.


Trama:

Chicago, 19/10/2007. Il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, viene raggiunto da una serie di colpi di pistola, che lo uccideranno, durante un attentato.



Vota il film!

Voto medio: 4,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Death of President - Morte di un Presidente

L’isteria regna là dove non si trova pace per ciò che si subisce ma, soprattutto, per ciò che si infligge. Dall’undici settembre la cinematografia d’oltreoceano ha decisamente cambiato rotta. Pullulano i progetti che si ancorano ad una storia vera per giustificare la loro concretizzazione. La realtà dell’attacco aereo del 2001 ha superato la fantasia che il sogno americano non è più in grado di lasciar fluttuare a briglia sciolte.

Gabriel Range, regista inglese molto spesso in giro negli States, è folgorato da una grande idea: ipotizzare la morte dell’uomo più potente del mondo, per riflettere e soprattutto far pensare il suo pubblico alla sporca società nella quale oggi giorno si trova a sopravvivere.
Morto un papa se ne fa un altro e non è detto che non sia peggiore: questa la spiccia filosofia che caratterizza novantasei minuti di ricostruzioni talmente finte che possono essere tranquillamente scambiate per vere. Per raggiungere l’effetto documentaristico il regista infila le camere tra la folla, monta filmati sgranati, la massa inferocita, spezzoni in bianco e nero rubati alle telecamere a circuito chiuso e condisce il tutto con il vero funerale di Ronald Reagan, le immagini di Bush che parla all’assemblea mentre un finto scrittore riflette sul pezzo che per lui ha buttato giù.

La forza del film si esaurisce nel titolo, unico elemento “contro” rispetto a tutto ciò che nel film viene timidamente ipotizzato. La figura del presidente “idiota” viene ribaltata; la sua perdita getta il paese nelle mani di chi è peggio di lui, ed è la retorica del crogiolo di razze, dei mussulmani che devono giustificare la loro innocenza a priori, del giudice nero del processo ad un arabo che alla fine vedrà sul banco degli imputati un patriota del suo stesso colore, ad avere la meglio

Le mamme piangono i figli persi in Iraq, ma il regista non si interroga sul perché ce li hanno mandati. In piazza si protesta, ma dalla pellicola non fuoriesce nessun concetto, solo caos e disordini. Particolareggiate invece le ricostruzioni del delitto, le disquisizioni sulle impronte, l’analisi della giuria, anche se però se ne perde presto il senso, visto l’elemento di finzione iniziale, ahimè, irrinunciabile. Che questo sia un mondo peggiore se gestito da Bush lo pensano in tanti, la maggior parte dei quali ritengono che il peggio non sia mai morto e che i suoi compari siano più cattivi di lui. Ma un regista spende energie, risorse, idee, per raccontare o per prendere atto e incassare consensi sull’onda del rancore che monta nei confronti di un potere ormai indifendibile?
Il cineasta che dovrebbe coraggiosamente fornire un punto di vista altro rispetto alla massa superficialmente critica, sfrutta la distrazione della massa stessa per rifilargli l’ennesimo pacchetto che fa tanto rumore, scuote poco e non sposta nulla.

(Andrea Monti)



Curiosità:

La scena dell'assassinio è stata ricreata con immagini di repertorio modificate in CGI.



Cast

    Hend Ayoub

... Zahra Abi Zikri

    Brian Boland

... Larry Stafford

    Becky Ann Baker
(53 anni circa in questo film)

... Eleanor Drake

    Robert Mangiardi

... Greg Turner

    Jay Patterson
(52 anni circa in questo film)

... Sam McCarthy

    Jay Whittaker

... Frank Molini

    Michael Reilly Burke

... Robert H. Maguire

    James Urbaniak
(43 anni circa in questo film)

... Dr. James Pearn

    Neko Parham

... Casey Claybon

    Seena Jon

... Samir Masri

    Christian Stolte

... John Rucinski

    Chavez Ravine

... Marianne Claybon

    Patricia Buckley

... Dawn Newton

    Patrick Clear

... Adam Brock

    Malik Bader

... Jamal Abu Zikri

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Gabriel Range

Sceneggiatura

 

Gabriel Range / Simon Finch

Fotografia:

 

Graham Smith

Colonna Sonora

 

Richard Harvey

Produzione:

 

Borough Film, Borough Films, Channel 4 Television, Chicago Borough Films

Distribuzione:

 

Lucky Red

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................