La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'ultimo Re di Scozia

..............................
PREMI


oscar
Oscar 2007

Forest Whitaker   miglior attore

..............................



L'ultimo Re di Scozia

(The Last King of Scotland)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 121 minuti   Uscito al cinema il: 16/02/2007   


Whitaker coglie con perfezione proprio l'immoralità viziosa eppure incosciente di questo bambino che dichiara lealtà al suo paese e ne tradisce le aspettative con inaudita crudeltà


Trama:

Durante una missione in Uganda, il dottor Garrigan, un medico scozzese, entra in contatto con il nuovo Presidente del paese, il generale Idi Amin. Il dittatore in poco tempo accoglie Garrigan tra le fila del suo staff eleggendolo suo braccio destro, ma con il passare del tempo Garrigan diventa testimone - e complice suo malgrado - delle azioni brutali compiute da Amin. Sconvolto ed esasperato, il medico decide di fuggire dall'Uganda evitando di perdere la sua stessa vita.



Vota il film!

Voto medio: 7,89

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'ultimo Re di Scozia

La gestione del potere nell'Africa è stata (più o meno) dagli anni '60 in poi una lunga e sanguinosa serie di dittatori che una volta al potere hanno falciato senza alcun indugio amici, nemici, parenti d'ogni grado e uno smodato numero di sconosciuti che coraggiosamente avevano espresso qualche dubbio sulla loro “inappellabilità” politica. Parliamo di tipi come Ahmed Sékou Touré in Guinea, l'imperatore centroafricano Jean-Bedel Bokassa, il ruandese Juvénal Habyarimana, tra i responsabili del genocidio, e degli ormai noti Muammar Gheddafi o il somalo Maxamed Siyaad Barre. Ma è Idi Amin Dada il leader africano più tragicamente celebre, nonostante sia rimasto a capo del piccolo stato dell'Uganda per soli otto anni. Un personaggio carismatico e folle che ha ispirato il cinema più volte: da Barbet Schroeder con il documentario del 1974 (Idi Amin Dada: Autoportrait) ai tre film ispirati ai fatti di Entebbe (la Lunga notte di Entebbe, Il leoni della guerra e La Notte dei falchi).

L'uomo che osò definirsi “il miglior politico del mondo” non prima di aver ridotto sul lastrico l'economia del paese cacciando tutta la comunità indiana e aver ucciso circa 300mila persone (secondo le stime forse ottimistiche della Commissione Internazionale dei Giuristi), è ritratto ora da Forrest Whitaker che nel momento in cui scriviamo si è già assicurato un Golden Globe per la sua interpretazione.

Sotto la direzione di Kevin MacDonald, il film resta costantemente in equilibrio tra finzione cinematografica e realtà documentaristica. La vicenda della presa di potere del dittatore ugandese si sviluppa infatti sotto gli occhi di un giovane dottore scozzese che vive i fatti in prima persona diventando una sorta di confidente di Idi Amin. In questo modo tutto si dipana sotto quello sguardo dapprima incoscientemente entusiasta dell'inaspettata avventura ed in seguito lucidamente cosciente della efferata e tragica realtà degli eventi. Un rapido crescendo di brutalità ed eccessi che Whitaker rappresenta magistralmente adattando con straordinaria verità la propria prorompente fisicità ai repentini cambiamenti di umore e alle irragionevoli sconsideratezze politiche e personali del suo personaggio. La macchina da presa del regista segue questo movimento di follia interiore e comincia a muoversi di conseguenza, lasciando via via meno spazio al campo lungo e concentrandosi sui personaggi, sui visi spaventati delle vittime e su quello allucinato del dittatore.

Amante degli Scozzesi tanto da definirsi “Ultimo re di Scozia”, Amin non è altro che un uomo semplice che nato poverissimo, sogna come un ragazzino di diventare il padre dell'Uganda e renderlo libero ed indipendente. E Whitaker coglie con perfezione proprio l'immoralità viziosa eppure incosciente di questo bambino che dichiara lealtà al suo paese e ne tradisce le aspettative con inaudita crudeltà. Dal canto suo MacDonald non entra nei dettagli della Storia, passa velocemente attraverso i fatti salienti come la cacciata dei 30mila indiani o la vicenda di Entebbe: ciò che lo interessa è il modo di essere uomini dei protagonisti e di come le loro mutevoli quando non incerte personalità, influenzino il corso delle proprie vite e di quelle altrui.

(Valeria Chiari)



Cast

Forest Whitaker   Forest Whitaker
(45 anni circa in questo film)

... Idi Amin

James McAvoy   James McAvoy
(27 anni circa in questo film)

... Nicholas Garrigan

Kerry Washington   Kerry Washington
(29 anni circa in questo film)

... Kay Amin

Gillian Anderson   Gillian Anderson
(38 anni circa in questo film)

... Sarah Merrit

Simon McBurney   Simon McBurney
(49 anni circa in questo film)

... Nigel Stone

    David Oyelowo

... Dr. Junju

    David Ashton

... Dr. Garrigan (senior)

    Barbara Rafferty

... Mrs. Garrigan

    Abby Mukiibi Nkaaga

... Masanga

    Adam Kotz

... Dr. Merrit

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Kevin Macdonald

Sceneggiatura

 

Jeremy Brock / Giles Foden / Peter Morgan

Fotografia:

 

Anthony Dod Mantle

Colonna Sonora

 

Alex Heffes

Produzione:

 

Fox Searchlight Pictures/FilmFour/

Distribuzione:

 

20th Century Fox

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................