La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Vero Come la Finzione

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




26/01/2007
Marc Forster, l’ombra della vita

..............................

Vero Come la Finzione

(Stranger Than Fiction)

Film del: 2006     Genere: Commedia / Drammatico
Durata: 113 minuti   Uscito al cinema il: 02/02/2007   



Trama:

La vita di un anonimo agente del fisco, Harold Crick, viene inaspettatamente movimentata, quando inizia a sentire una voce che fa la cronaca diretta di qualsiasi cosa egli faccia...



Vota il film!

Voto medio: 6,25

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Vero Come la Finzione

“Un orologio da polso salvò Harold Creek”.

Si conclude così l’ultimo film di Marc Forster, dopo che per quasi due ore ci tiene sulle spine circa la sorte del protagonista. Si potrebbe pensare, dunque, ad un thriller e, a suo modo, in fondo, Vero come la finzione, lo è. Ma non ci sono killer assetati di sangue che inseguono uomini inermi a meno che non si voglia considerare tale una scrittrice che deve decidere come far morire il proprio personaggio di cui sta scrivendo. Ed in effetti, sembra essere proprio questa la domanda che emerge dall’opera e che ne innerva l’intero impianto contenutistico: è giusto uccidere un personaggio frutto della propria invenzione quando questo diviene consapevole della propria condizione?

Se Marc Forster abbandona i toni drammatici delle proprie precedenti opere (Monster’s Ball, per tutti) e si accosta ad un genere più leggero non lo fa limitandosi a dirigere una commedia semplice semplice, ma scegliendo un plot che brilla per originalità e che permette spunti di riflessione, anche elevati, a chi avrà la fortuna di vederne poi il film. (E’ questo che distingue un regista comune da un regista speciale.) Prende una sceneggiatura, che in altre mani sarebbe potuta risultare pesante e verbosa, che invece il regista di origine svizzera esalta disegnando situazioni, e soprattutto personaggi, con un tocco personale che pochi direttori oggi hanno. A partire dal protagonista (Will Ferrer) che “ogni mattina si lavava i denti con settantasei colpi di spazzolino per ogni dente, trentotto dal basso in alto e trentotto da destra a sinistra”, al professore di letteratura (Dustin Hoffmann), alla scrittrice (Emma Thompson), alla sua assistente (Queen Latifah), alla pasticcera anarchica (come non pensare al pasticcere troskista di Moretti?) interpretata da una sempre più dolce e sensuale Maggie Gyllenhaal. E così affronta un tema squisitamente pirandelliano con l’elegante leggerezza dei film di Woody Allen e l’intensità che ricorda le opere di grandi maestri del passato (c’è un che di Welles in alcuni monologhi così deliziosamente letterari).

Un film che offre idee e concetti sul rapporto arte-vita, spesso dicotomico ma sempre così generoso di splendide conseguenze nel quale fa piacere sentire citare anche l’Italo Calvino di “Lezioni americane”.

(Daniele Sesti)



Cast

Will Ferrell   Will Ferrell
(39 anni circa in questo film)

... Harold Crick

Maggie Gyllenhaal   Maggie Gyllenhaal
(29 anni circa in questo film)

... Ana Pascal

Dustin Hoffman   Dustin Hoffman
(69 anni circa in questo film)

... Professor Jules Hilbert

Queen Latifah   Queen Latifah
(36 anni circa in questo film)

... Penny Escher

Emma Thompson   Emma Thompson
(47 anni circa in questo film)

... Kay Eiffel

Tony Hale   Tony Hale
(36 anni circa in questo film)

... Dave

Tom Hulce   Tom Hulce
(53 anni circa in questo film)

... Dr. Cayly

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Marc Forster

Sceneggiatura

 

Zach Helm

Fotografia:

 

Roberto Schaefer

Colonna Sonora

 

Britt Daniel / Brian Reitzell

Produzione:

 

Crick Pictures / Mandate Pictures / Three Strange Angels

Distribuzione:

 

Sony Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................