La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'Amore Non Va in Vacanza

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................

..............................
SITO UFFICIALE 2
..............................



L'Amore Non Va in Vacanza

(The Holiday)

Film del: 2006     Genere: Commedia / Romantico
Durata: 138 minuti   Uscito al cinema il: 09/02/2007   



Trama:

Iris vive in un cottage a pochi chilometri da Londra ed è innamorata di un collega che sta per sposare un’altra donna. Amanda vive in una villa hollywoodiana di Los Angeles e ha appena lasciato il compagno che le è stato infedele. Alla vigilia di Natale, dopo un contatto in rete, le due donne si scambiano la casa e cambiano vita.



Vota il film!

Voto medio: 6,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'Amore Non Va in Vacanza

È cosa nota, quando una donna perde l’amore perde anche la testa, che solitamente ritrova sotto il casco di un parrucchiere, dove rinnova il look e riparte da zero. A Hollywood e nelle sue commedie, debitrici dello schema Ephron, non basta (più) girare l’angolo o l’isolato per raggiungere il proprio coiffeur, bisogna piuttosto attraversare l’oceano per ritrovare se stessi e l’energia erotica perduta. Perché esiste una geometria delle distanze, che la Meg Ryan e il Tom Hanks di Insonnia d’Amore sostenevano addirittura fino all’epilogo sull’Empire State Building. Nancy Meyers, al contrario, lascia che i protagonisti destinati a innamorarsi percorrano velocemente questo spazio ma impieghino la durata del film per dichiararsi, a Londra come a Los Angeles.

La relazione uomo-donna questa volta è diretta, le protagoniste femminili dicono “quello che vogliono” o credono di volere, senza passare letteralmente per la testa di un uomo. Se il Mel Gibson di What Women Want sentiva i desideri femminili in seguito a un incidente domestico, perché nei film della Meyers “tutto può succedere”, i protagonisti maschili della sua nuova commedia sono privi di poteri ma ugualmente interpreti dell’altra metà del cielo. La progressione del discorso amoroso tra Iris e Miles e Amanda e Graham passa soprattutto attraverso il linguaggio segreto delle case, quella di Brentwood in California e quella di Rose Hill nella campagna inglese, che fa maturare l’attrazione dei corpi e fa mutare direzione ai destini. La grazia comica e la buona tenuta dei dialoghi si accompagnano così a un décor sapientemente emotivo, a una stagione (l’inverno) e a un tempo (il Natale) che offrono il climax sentimentale ideale.

Al design domestico corrisponde il profilo delle protagoniste: sofisticato e hi-tech quello di Amanda, proprietaria di una società pubblicitaria che realizza trailer cinematografici, semplice e bucolico quello di Iris, giornalista di cronaca rosa sul Daily Telegraph. Lo spazio urbano si riduce perciò alle costruzioni protagoniste e alle abitazioni dei vicini, i comprimari che favoriscono le liaison, come Arthur, un celebre sceneggiatore in pensione dell’Hollywood di Barbara Stanwyck e di Rosalind Russell. Lo sceneggiatore e il compositore di colonne sonore di cui si innamorerà la Iris di Kate Winslet sono funzionali per riflettere su un altro amore, quello per il cinema, quello della commedia, maturata nei fondativi anni Trenta. La Meyers recupera e omaggia proprio quello stile, quella stessa levità, mescolando situazioni tragicomiche, muovendo lo spettatore al riso e al pianto. L’assunzione della forma corale permette alla regista di dirigere un gruppo di attori straordinari: l’everyman di Jude Law, rimasto senza moglie e disposto a rimboccarsi le maniche, il caratterista Jack Black, elevato a ruolo di protagonista e le giovani donne in carriera dal romanticismo mainstream, Kate Winslet e Cameron Diaz. Non credete a chi riduce stolidamente la commedia sentimentale della Meyers a un film per sole signore, perché l’outing di Jude Law e il bel volto segnato dal pianto rivelano agli uomini e negli uomini la sincerità dei sentimenti primari.

(Marzia Gandolfi)



Cast

Cameron Diaz   Cameron Diaz
(34 anni circa in questo film)

... Amanda

Kate Winslet   Kate Winslet
(31 anni circa in questo film)

... Iris

Jude Law   Jude Law
(34 anni circa in questo film)

... Graham

Jack Black   Jack Black
(37 anni circa in questo film)

... Miles

Eli Wallach   Eli Wallach
(91 anni circa in questo film)

... Arthur Abbott

Rufus Sewell   Rufus Sewell
(39 anni circa in questo film)

... Jasper

Edward Burns   Edward Burns
(38 anni circa in questo film)

... Ethan

Shannyn Sossamon   Shannyn Sossamon
(27 anni circa in questo film)

... Maggie

Dustin Hoffman   Dustin Hoffman
(69 anni circa in questo film)

... se stesso

Lindsay Lohan   Lindsay Lohan
(20 anni circa in questo film)

... se stessa

Dati Tecnici

Regia

 

Nancy Meyers

Sceneggiatura

 

Nancy Meyers

Fotografia:

 

Dean Cundey

Colonna Sonora

 

Hans Zimmer

Produzione:

 

Columbia Pictures / Universal Pictures / Waverly Films / Relativity Media

Distribuzione:

 

UIP

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................