La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Non mi muovo!

Non mi muovo!

(Non mi muovo!)

Film del: 1943     Genere: Commedia


Eduardo rincorre il limite del paradosso avendo come chiaro obiettivo quello di spingere lo spettatore a chiedersi: e adesso come esce da questa brutta situazione?


Trama:

Due famiglie, persa la casa, girano per Napoli finché non occupano abusivamente un appartamento.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Non mi muovo!

L’impiegato è un uccello in gabbia al quale Eduardo tenta di ridare una speranza liberando la sua fantasia che si fa arte di arrangiarsi. Girato in piena guerra e nonostante la volontà di ridurre il cinema dialettale in nome di un nazionalismo che tende all’omologazione linguistica, il film vede la famiglia De Filippo riunirsi sotto lo stesso tetto per resistere all’incombenza del padrone che esige l’affitto.

Eduardo torna a filosofeggiare sull’arte di arrangiarsi, sul genio che si rivela nelle avversità, sull’uomo che non è nato per servire ma per dare libero sfogo alla propria creatività. I tre fratelli si ritrovano per strada, sfollati da una casa occupata illegittimamente da Eduardo, in cerca di un cartello affittasi e di un portiere tonto da ingannare.
Dopo aver affermato che il genio è pazienza, Eduardo illustra il piano per trovare un altro appartamento a Peppino dopo di che, senza più bisogno di parole, racconta le vicissitudini della famiglia alle prese con portieri che non si fanno incantare.

Le vicende truffaldine di Carlo Mazzetti che rifiuta il mestiere di battitore d’asta per una vita all’aria aperta in cerca di espedienti, portano il personaggio ad un estremo quasi patologico e sarà riabilitato grazie ad un gesto di dignità legato all’amore per la figlia.
La Napoli che raccontano i fratelli De Filippo è destinata a rimanere impressa nelle menti degli spettatori di tutta la penisola. Pulcinella nel teatrino, gli sfollati in cerca di alloggio, la solidarietà della povera gente, l’amore come unico motore in grado di riaccendere i buoni sentimenti e salvare la società da indifferenza e cinismo.

Eduardo rincorre il limite del paradosso avendo come chiaro obiettivo quello di spingere lo spettatore a chiedersi: e adesso come esce da questa brutta situazione? Per Peppino in evidente stato di grazia è possibile fare qualsiasi cosa senza rischiare di risultare fuori luogo. Come un vero cavallo di razza impazza liberamente sotto l’occhio illuminato del fratello che sa come costruire intorno a lui le basi per dare libero sfogo al suo talento comico.
Titina per nulla limitata da un personaggio collaterale mette la sua capacità al servizio del film per regalare, quando la storia glielo permette, perle di autentica comicità.

(Andrea Monti)



Curiosità:

Nono dvd della collana Il Grande Cinema dei Fratelli De Filippo reperibile nel sito www.edicolafabbri.it



FILM CORRELATI:

  • (1953) Napoletani a Milano

  • (1952) Marito e Moglie

  • (1951) Filumena Marturano

  • (1951) Cameriera Bella Presenza Offresi...

  • (1948) Assunta Spina

  • (1943) Ti conosco, mascherina!

  • (1942) Non ti Pago!

  • (1942) A che servono questi quattrini?

  • (1942) Casanova Farebbe Così!

  • (1935) Quei Due

  • (1934) Il Cappello a Tre Punte

  • Cast

    Eduardo De Filippo   Eduardo De Filippo
    (43 anni circa in questo film)

    ... Don Carlo Mezzetti

    Peppino De Filippo   Peppino De Filippo
    (40 anni circa in questo film)

    ... Pasqualino Squeglia

        Titina De Filippo
    (45 anni circa in questo film)

    ... Olimpia Squeglia

        Vanna Vanni
    (28 anni circa in questo film)

    ... Annuccia Mezzetti

        Mino Doro
    (40 anni circa in questo film)

    ... Enrico Sanni, il padrone di casa

        Renato Cialente
    (46 anni circa in questo film)

    ... L'avvocato De Martino

        Virgilio Riento
    (54 anni circa in questo film)

    ... Il portiere de la casa nuova

        Gildo Bocci
    (57 anni circa in questo film)

    ... Il portiere della casa vecchia

        Enzo Gainotti

    ... Don Bartolomeo Frasca

        Lydia Johnson
    (47 anni circa in questo film)

    ... La signora Strabotta

        Tina Mercandalli

    ... Matilde

        Lamberto Picasso
    (60 anni circa in questo film)

    ... Il dottor Anacleto Paolini

        Ernesto Sabbatini

    ... Don Camillo

        Vinicio Sofia
    (36 anni circa in questo film)

    ... Il nuovo inquilino

    Home Video

    Anno di uscita in home video: 2006

    Distribuzione: Fabbri Editori

    Contenuti speciali:  Trailers

    Formati audio: Mono

    Formati video: 4/3 / 1.33:1

    Dati Tecnici

    Regia

     

    Giorgio Simonelli

    Sceneggiatura

     

    Eduardo De Filippo / Diego Petriccione

    Distribuzione:

     

    Fabbri Editori

    Distribuzione Home video:

     

    Fabbri Editori

    film film



    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................