La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Black Hawk Down

Black Hawk Down

(Black Hawk Down)

Film del: 2001     Genere: Drammatico / Guerra / Storico
Durata: 144 minuti   



Trama:

Racconto della missione USA in Somalia nel 1993 con lo scopo di mettere fine alla guerra civile che divampava nel paese da oltre 10 anni e che già aveva mietuto migliaia di vittime.Cronaca di una delle azioni di guerra per arrestare alcuni dei capi somali, che sarebbe dovuta durare 30 minuti e che invece finì dopo quasi ventiquattro ore.



Vota il film!

Voto medio: 7,12

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Black Hawk Down

Black Hawk Down è un film di guerra che nulla toglie, né aggiunge, ai film del genere che lo hanno preceduto. E forse proprio questo è il suo punto di forza.

Si racconta della missione USA in Somalia nel 1993 con lo scopo di mettere fine alla guerra civile che divampava nel paese da oltre 10 anni e che già aveva mietuto migliaia di vittime. In particolare, è la cronaca di una specifica azione di guerra per arrestare alcuni dei capi somali. Una missione che sarebbe dovuta durare 30 minuti e che invece finì dopo quasi ventiquattro ore.

Gran parte del film è dedicato proprio alla narrazione degli accadimenti di questa missione: dagli accurati preparativi, alla partenza dei soldati dalla base americana, dall’arrivo all’obiettivo prefissato, all’imprevisto evento che trasformò quello che doveva essere un fulmineo blitz in una vera e propria battaglia, ribattezzata per l’appunto, la battaglia di Mogadiscio.

Il film non è soltanto cronaca. La storia della battaglia è anche un mezzo che il regista Ridley Scott utilizza per raccontare le varie anime dei loro protagonisti. L’idealista, il guerriero, il mercenario, il fatalista, il professionista, l’altruista: tutte facce di una stessa medaglia irrimediabilmente insanguinata. Perché sotto le cartine dei generali, dietro i loro occhiali scuri, c’è solo un’immensa e tragica sofferenza, rappresentato dal cruento dolore dei feriti, dal ricordo lacerante dei parenti.

Il regista punta anche l’attenzione sull’assurdità di quella guerra (ma esiste una guerra ragionevole?). Come in Vietnam, gli americani si trovano proiettati in una realtà distante anni luce da quella a cui sono abituati. Differenti sono i modi di pensare, differenti i modi combattere, differenti i modi di morire. Scandite dai rumori assordanti dei colpi e delle pale degli elicotteri, Scott mette a nudo tutte le incongruenze del miglior esercito del mondo quando si scontra contro dei “civili” armati lungo le vie di una città fantasma. Le contraddizioni di un esercito specializzato che per una disattenzione trasforma una tranquilla missione in una carneficina. Le incongruenze di un popolo che prima assale gli americani come formiche sul cadavere di una bestia e poi li acclama come eroi da stadio. Sotto una montagna di bossoli, come animale ferito, precipitano gli enormi elicotteri neri (black hawk, per l’appunto) e dentro di essi muoiono i soldati i corpi dei quali non si distinguono l’uno dall’altro. Il film è anche questo: nonostante un cast di notevole levatura (Josh Hartnett, Ewan Mc Gregor, Tomy Sizemore), si fa difficoltà a distinguere un uomo dall’altro, tutti con i capelli rasati, tutti con lo sguardo duro e agguerrito, tutti con la stessa smorfia di cieco terrore quando sentono la fine avvicinarsi, tutti indistintamente votati all’oblio di un massacro di massa.

Nonostante la denuncia degli orrori della guerra, il regista però non riesce a levarsi di dosso un certo stantio americanismo: ed allora ecco che il contingente malese e pakistano dell’ONU viene descritto come indolente ed incapace ed il motto dei rangers (“Non lascerai mai solo un compagno ferito”) che campeggia alla fine del film.
I motti restano, i corpi, invece, tornano a casa avvolti in una anonima busta nera.

(Daniele Sesti)



Cast

Sam Shepard   Sam Shepard
(58 anni circa in questo film)

... generale William F. Garrison

Tom Sizemore   Tom Sizemore
(40 anni circa in questo film)

... tenente colonnello Danny McKnight

Eric Bana   Eric Bana
(33 anni circa in questo film)

... Norm 'Hoot' Gibson

Jason Isaacs   Jason Isaacs
(38 anni circa in questo film)

... capitano Mike Steele

Josh Hartnett   Josh Hartnett
(23 anni circa in questo film)

... sergente maggiore Matt Eversmann

Ewan McGregor   Ewan McGregor
(30 anni circa in questo film)

... caporale John Grimes

William Fichtner   William Fichtner
(45 anni circa in questo film)

... Jeff Sanderson

Ewen Bremner   Ewen Bremner

... Shawn Nelson

Tom Hardy   Tom Hardy
(24 anni circa in questo film)

... Lance Twombly

Ron Eldard   Ron Eldard
(36 anni circa in questo film)

... CWO Michael Durant

Brian Van Holt   Brian Van Holt
(32 anni circa in questo film)

... sergente Jeff Struecker

Orlando Bloom   Orlando Bloom
(24 anni circa in questo film)

... soldato Todd Blackburn

Kim Coates   Kim Coates

... sergente maggiore Chris 'Wex' Wexler

Giannina Facio   Giannina Facio
(46 anni circa in questo film)

... Stephanie Shughart

Home Video

Anno di uscita in home video: 2002

Distribuzione: Columbia TriStar

Contenuti speciali:  Trailers / Commento del regista / Scene eliminate / Featurette / Note di produzione

Formati audio: Dolby Digital 5.1

Formati video: Wide Screen / 2.40: 1

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Ridley Scott

Sceneggiatura

 

Ken Nolan

Fotografia:

 

Slawomir Idziak

Colonna Sonora

 

Hans Zimmer

Produzione:

 

Columbia Pictures / Jerry Bruckheimer Films

Distribuzione:

 

Columbia TriStar

Distribuzione Home video:

 

Columbia TriStar

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................