La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Mirrormask

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
New Cinema Network - Europa

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre


06/10/2006
Venerdì 20 ottobre

..............................

Mirrormask

(MirrorMask)

Film del: 2005     Genere: Animazione / Drammatico
Durata: 101 minuti   



Trama:

E’ la storia della quindicenne Helena, che lavora controvoglia nel circo dei genitori e si trova improvvisamente ad affrontare un periglioso viaggio in un mondo fantasy per tentare di ristabilire l’equilibrio spezzato fra luce e oscurità e salvare la madre malata. L’intero film è a metà tra live action e animazione digitale.



Vota il film!

Voto medio: 5,60

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Mirrormask

Mirrormask è il primo lungometraggio di Dave McKean, noto in tutto il mondo come illustratore, disegnatore, grafico e artista a tutto tondo. Dotato di uno stile inconfondibile, merito di una tecnica che mescola collage di foto e ritagli di ogni genere, dipinto a mano e manipolazione elettronica, con il suo talento visionario ed eclettico era sicuramente pronto al salto dietro la cinepresa.

Cosa aspettarsi, allora, da un opera dichiaratamente diretta ai bambini, prodotta da Lisa Henson (figlia di Jim Henson, il creatore del “Muppet Show”), che vede la collaborazione alla sceneggiatura di Neil Gaiman, artefice del fumetto “Sandman”, le cui copertine sono illustrate proprio da McKean? Certamente un lavoro complesso, stratificato, si dirà, onirico (non potrebbe essere altrimenti!), affascinante e profondo nei contenuti.

Purtroppo non è esattamente così, il risultato non è sempre uguale alla genialità degli autori. Dal punto di vista visivo bisogna riconoscere che Mirrormask è assai intrigante; sin dai titoli di testa lo stile di McKean appare in tutto il suo splendore; ogni ambiente del film ha la sua dominante cromatica e non è casuale che le sequenze “live action” siano le più grigie, o bluastre, talvolta dalle tonalità confuse, segno che la realtà “concreta” per gli autori schiaccia le speranze e i desideri dei personaggi.
Viceversa le parti ambientate nel sogno di Helena, realizzate con tecniche digitali e in “stop-motion”, sono un vero giubilo per gli occhi, i colori hanno sempre tonalità forti, che siano cupi (nel caso del regno della Regina Nera) o abbaglianti (nel restante regno della Regina Bianca, in realtà la madre di Helena che lei deve risvegliare).
Quello che non convince, ed è bizzarro considerando la poetica del regista-disegnatore che altrove ha dispensato il suo talento, è la caratterizzazione dei personaggi, un po’ didascalici nella classica dicotomia Bene / Male, e alcuni momenti della sceneggiatura, come se mancasse qualcosa, tanto da farsi rapire più dai disegni di Helena (che rappresentano l’approdo nel suo mondo immaginario) che da tutto il contorno.

E’ vero che il film è stato realizzato con un budget ridotto (un ventesimo rispetto al Labyrinth diretto da Jim Henson quasi un ventennio fa) e che si tratta pur sempre di una favola, dotata di una struttura precisa e di un lieto fine, ma le carenze attengono più la scrittura che non la messa in scena, che senz’altro non deluderà i fan.
Il messaggio di fondo è piuttosto classico: trovare una propria identità e dare un senso all’abitare il mondo, superando i contrasti familiari e le incomprensioni senza rinunciare ai propri sogni. L’intento è certamente lodevole, ma si esce dalla sala con la nostalgia per quel senso di magia, di visione molteplice, di dubbio assillante che paradossalmente si ritrovano nella saga di Harry Potter e altri prodotti destinati allo stesso target

(Italo Rizzo)



Curiosità:

Prodotto grazie alla Jim Henson Company, celebre per la realizzazione del "Muppet Show", il film unisce riprese dal vero e animazione digitale, con scenografie realizzate in CGI.



Cast

    Stephanie Leonidas
(21 anni circa in questo film)

... Helena / Anti-Helena

    Jason Barry
(33 anni circa in questo film)

... Valentine

    Rob Brydon
(40 anni circa in questo film)

... Morris Campbell / Primo Ministro

    Gina McKee
(44 anni circa in questo film)

... Joanne / Regina dell'Oscurit? / Regina della Luce

    Dora Bryan
(81 anni circa in questo film)

... Nan

Dati Tecnici

Regia

 

Dave McKean

Sceneggiatura

 

Dave McKean / Neil Gaiman

Fotografia:

 

Tony Shearn

Colonna Sonora

 

Iain Ballamy

Produzione:

 

The Jim Henson Company





..............................

scrivi la tua opinione

..............................