La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Kontakt

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
New Cinema Network - Europa

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


06/10/2006
Venerdì 20 ottobre

..............................

Kontakt

(Kontakt)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 95 minuti   



Trama:

In un paese dalla Macedonia si incontrano Janko, ex detenuto aggressivo e disadattato, e Zana, giovane ragazza che sta per uscire dall'ospedale psichiatrico.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Kontakt

L’esordio di Stanojkovski è girato quasi interamente a Skopje, in Macedonia, ma la vicenda potrebbe essere ambientata in qualsiasi altro luogo dell’ex Jugoslavia: quello che si evince sin dalle prime sequenze, infatti, è che siamo di fronte ad un’umanità allo sbando, nella quale ognuno cerca un modo per sopravvivere senza farsi scrupoli, approfittando del prossimo senza badare alle conseguenze, e ne sono un esempio i personaggi del medico e del direttore del carcere, così come l’improbabile albergatore Novak.

Gli unici personaggi positivi sono due emarginati, che per ragioni diverse non hanno accettato le regole: il detenuto Janko e la “malata” Zana; attorno a loro, ai loro passi incerti nel mondo “libero” si sviluppa una storia d’amore, ma potremmo dire meglio: la storia di un ritrovamento e l’inizio di una nuova vita.
Gran parte dei luoghi dove si svolge la storia sono degradati, desolati, da ristrutturare come la casa in cui Janko fa i lavori e conosce Zana. Gli interni portano addosso i segni, le cicatrici di quel conflitto che ha cancellato un paese e che qui è solo sullo sfondo, mentre gli esterni, per quanto più popolati, trasmettono una sensazione di malinconia, come il parco di camper abbandonati.

Apparentemente i protagonisti non hanno nulla in comune, uno aggressivo, cinico, capace di comunicare solo con brevi battute e a modo suo isolato, l’altra spaventata dal mondo, dimessa quasi controvoglia dall’ospedale, in cerca di un contatto e dotata di modi gentili e fin troppo educati. E’ la consapevolezza del dolore ad unire queste due figure, che gradualmente cambieranno i propri comportamenti, nonostante le intrusioni della famiglia di Zana, che crede di aver trovato in Janko una cura a buon mercato per la “malattia” della ragazza.

E’ chiaro che per il regista i veri diversi sono quelli che credono di aver capito come va il mondo, mentre posa uno sguardo benevolo sulla coppia, regalandoci dei quadretti divertenti di vita quotidiana, oppure mostrandoci dei comprimari che fanno pendant con i momenti più surreali (ad esempio il vecchietto proprietario della casa “sonante” o la prostituta gelosa di Janko). Inevitabili i riferimenti al cinema di Kusturica, non a caso lo sceneggiatore Gordan Mihic ha lavorato proprio con lui, ma è giusto sottolineare che non ci troviamo di fronte ad una stereotipata storia dai Balcani: il racconto ha una valenza universale e gli attori riescono a dare profondità a caratteri a prima vista scontati, realizzando un opera poetica, che con pochi mezzi ci rende partecipi della nascita di un sentimento autentico.

(Italo Rizzo)



Curiosità:

Il film è candidato agli Oscar come miglior film straniero.



Cast

    Nikola Kojo
(36 anni circa in questo film)

... Janko

    Labina Mitevska

... Zana

    Petar Mircevski

... Novak

    Vesna Petrushevska

... Viky

Sergej Stanojkovski   Sergej Stanojkovski

... marito di Zana

Dati Tecnici

Nazione

 

Repubblica di Macedonia (ex Iugoslavia) / Germania

Regia

 

Sergej Stanojkovski

Sceneggiatura

 

Gordan Mihic

Fotografia:

 

Tomislav Pinter

Colonna Sonora

 

Peer Raben / Michael Michi Bauer

Produzione:

 

Busse & Halberschmidt / Film Studio Skopje





..............................

scrivi la tua opinione

..............................