La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Blodbond - Thicker Than Water

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
New Cinema Network - Europa

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


06/10/2006
Venerdì 20 ottobre

..............................

Blodbond - Thicker Than Water

(Blodbond)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 85 minuti   



Trama:

Peter e Asta sono in apparenza felicemente sposati ed in attesa del secondo figlio. Ma Peter scopre dolorosamente che il primogenito non è il suo figlio biologico.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Blodbond - Thicker Than Water

Decidere di vivere con un'altra persona, di formare una famiglia, di fare dei figli, presuppone oltre che l'amore, la fiducia. Quando questa viene meno, si rimettono in discussione i fragili equilibri che una coppia raggiunge a fatica nel corso del tempo. Peter, per puro caso, scopre che Orn non è suo figlio. La sua vita fa in frantumi, la fiducia in Asta crolla e anche l'amore per il bambino viene messo in discussione.

Dopo la scioccante scoperta, Peter non chiede spiegazioni, non urla né sbraita, non si chiude in silenzio, non piange. In maniera troppo semplicistica, va a casa della sua segretaria per iniziare con lei una “relazione”. Eppure fra i due non c'era mai stato nulla, e la ragazza sembra non avere neppure interesse per l'uomo. Ciò che succede a Asta e a suo figlio non è dato saperlo, se non attraverso qualche fugace inquadratura, mentre si sa tutto delle sciocchezze commesse da Peter, che si dimostra un omuncolo senza spina dorsale, che non si pone domande, che non cerca chiarimenti, che si diletta a passare le sue serate in discoteca in compagnia di ragazzini e ubriaconi. Quando poi le cose diventano complicate anche per la sua “nuova” storia, lui che fa? Torna dalla moglie...

Il tema trattato potrebbe essere toccante e molto coinvolgente, eppure il regista non riesce a rimandare l'immagine di una famiglia che si sta sgretolando. E' troppo poco preciso circa le situazioni più importanti
della vicenda, e troppo prolisso su dettagli che potrebbero essere tralasciati. Ci presenta in maniera sbrigativa la famiglia, con altrettanti pochi fotogrammi mostra “l'intoppo” che la distrugge. Poi, per i lunghi 95 minuti si perde in inutili giri che non servono né a capire meglio la vicenda (ma chi è il vero padre del bambino?, perchè Asta ha tradito Peter?) né tanto meno a comprendere meglio la psicologia dei personaggi (perchè un uomo maturo si comporta come un ragazzino? Perchè non si ferma a pensare e ad analizzare ciò che gli sta accadendo? Perchè gli risulta così facile dimenticare la propria famiglia e darsi alla bella vita?).



(Teresa Lavanga)



Cast

    Aron Brink Sigurjónsson

... Orn

    Elma Lísa Gunnarsdóttir

... Lilja

    Hilmar Jónsson

... Peter

    Laufey Elíasdóttir

... Anna

    Margrét Vilhjálmsdóttir

... Asta

    Ólafur Darri Ólafsson
(33 anni circa in questo film)

... Borkur

Dati Tecnici

Nazione

 

Islanda / Danimarca / Germania

Regia

 

Árni Ásgeirsson

Sceneggiatura

 

Árni Ásgeirsson / Jón Atli Jónasson / Denijal Hasanovic

Fotografia:

 

Tuomo Hutri

Colonna Sonora

 

Johann G. Johannsson

Produzione:

 

Pegasus Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................