La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Sartoria Tirelli - Vestire il Cinema

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




04/10/2006
Sabato 14 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre

..............................

Sartoria Tirelli - Vestire il Cinema

(Sartoria Tirelli - Dressing the Cinema)

Film del: 2006     Genere: Documentario
Durata: 55 minuti   



Trama:

Le testimonianze di alcune grandi personalità del cinema italiano sulla mitica sartoria di Umberto Tirelli che dagli anni Sessanta a oggi continua a "vestire il cinema".



Vota il film!

Voto medio: 7,30

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Sartoria Tirelli - Vestire il Cinema


“L'Abito non fa il monaco”. Questo proverbio si potrebbe adattare benissimo all'ambito cinematografico, in quanto chi veste sullo schermo dei panni che non sono i suoi cerca con tutte le forze di far sembrare tutto il più veritiero possibile.

Forse per un Umberto Tirelli questo proverbio era una sorta di ossessione e cercava di infrangerlo lavorando sui suoi costumi con una certa meticolosità e soprattutto stando attento al dettaglio. “La vera vita di un costume, di un personaggio, la si racconta dai dettagli”, così il grande costumista Piero Tosi, maestro di Umberto Tirelli, ha sempre affrontato il suo lavoro.

Il regista Gianfranco Giagni con il documentario Sartoria Tirelli- Dressing Cinema omaggia proprio il grande Tirelli e la sartoria cinematografica più famosa al mondo. Attraverso la voce narrante di Isabella Rosselini, la cui madre Ingrid Bergman era un amica intima del costumista, il regista racconta la storia di questo uomo venuto dalla “bassa” (così nominata da Bernardo Bertolucci) e di estrazione contadina, il quale con l'aiuto di Luchino Visconti e Piero Tosi riesce ad arrivare nella capitale e metter su questa sorta di azienda, che verrà poi presa come esempio in tutto il mondo.

Attraverso le testimonianze non solo della Rossellini e di Bertolucci, ma anche dello stesso Piero Tosi e di altri costumisti affermati come Gabriella Pescucci, Maurizio Millenotti ed Anne Roth, si ricostruisce la vita di questo uomo brioso, insopportabile e geniale venuto su dal nulla, il quale, come dice una delle sue collaboratrici, non sapeva neanche tagliare, ma aveva comunque un talento eccezionale.

Come una sorta di tour de force viene rianimata la sua infanzia mentre prendeva il treno per andare a scuola; il primo lavoro alla scala con “La Traviata” per la regia sempre di Visconti e la Callas come protagonista, l'apertura della famigerata Sartoria grazie al Gattopardo e così via fino all'ineluttabile morte avvenuta nel 1990.

Alla fine, anche per chi non è così addentro al cinema e quello che avviene dietro le quinte per la costruzione di un film, ci si appassiona a questo piccolo ometto che è riuscito a costruire un grande impero. Facendo di quel lavoro la sua passione e cercando così di far diventare “monaci” veri, tornando al proverbio di prima, chi almeno indossava per una volta il suo meticoloso vestito sullo schermo.

(Marco Massaccesi)



Cast

Bernardo Bertolucci   Bernardo Bertolucci
(66 anni circa in questo film)

    Franco Zeffirelli
(83 anni circa in questo film)

    Gabriella Pescucci

Giuseppe Tornatore   Giuseppe Tornatore
(50 anni circa in questo film)

Isabella Rossellini   Isabella Rossellini
(54 anni circa in questo film)

Liliana Cavani   Liliana Cavani
(73 anni circa in questo film)

Lucia Bosé   Lucia Bosé
(75 anni circa in questo film)

    Piero Tosi

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Gianfranco Giagni

Produzione:

 

RaiSat Cinema World

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................