La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Kaleldo

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




03/10/2006
Venerdì 13 ottobre


05/10/2006
Domenica 15 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre

..............................

Kaleldo

(Summer Heat)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 90 minuti   



Trama:

La storia di una famiglia filippina alle prese con un'eruzione vulcanica che fa sentire la forza misteriosa della natura contrapposte al tedio doloroso del quotidiano.



Vota il film!

Voto medio: 5,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Kaleldo

Tre sorelle. Vento, Fuoco e Acqua. Un matrimonio appena celebrato che già se ne corre via con l'auspicata felicità, il bruciare di una passione che non è con l'uomo giusto, nè con il proprio marito e lo scorrere via di una relazione che proprio perchè era vero amore si accetta, tristemente, che segua altre vie. A Gagua una delle cittadine colpite dalla terribile eruzione del vulcano Pinatubo del 1991, ecco che viene messa in discussione quella che era un pilastro delle cattolicissime Filippine: la famiglia. Ad attraversarlo sono gli sguardi di tre donne che non riescono a scendere a patti con il loro istinto ribelle.

Colpa dell'educazione di un padre troppo violento ed autoritario costretto ad imporre le proprie scelte senza avere alcun vero ascendente sulle preferenze delle figlie, finendo con l'avere il maggior seguito da quella più bistrattata, quella lesbica che si ubriaca alle feste e porta la sua partner in casa.
E così mentre si parla e si mangia sugli sgabelli della cucina, la sala da pranzo resta vuota al buio. Dopotutto cos'è la famiglia, se non c'è un vero affetto dietro? Non c'è comunicazione con il padre, non con il marito e neanche tra le protagoniste, che seppur avrebbero bisogno l'una dell'altra non riescono a fidarsi e a condividere un dolore, se non superficialmente.

Una storia drammatica vista dal punto di vista delle donne dove gli uomini non ne escono certo dei santi, che ricorda per certi versi il cinema di Almodovar. Non è un caso infatti che il precedente film del regista di Kaleldo, Brillante Mendoza, fosse una storia con protagonista un ragazzo omosessuale (Il massaggiatore, vincitore del Pardo d'oro al Festival di Locarno del 2005). Ma se da una parte la sceneggiatura e i simbolismi attraggono e sollecitano la riflessione dello spettatore, dall'altra spesso la regia si fa troppo didascalica e ridondante.

Troppe volte e per troppo tempo ci si sofferma su dettagli (il telefono, il viso delle statue dei santi, il sesso visto da dietro le sbarre) che una volta accennati e resi comprensibili, non hanno bisogno di ulteriori ri-proposizioni: l'esito è un ritmo estremamente compassato in cui quel che di buono c'è da dire, finisce con l'apparire "imposto". Non ci si può non pensare, non ce ne si può non ricordare, non ce ne si può restare affascinati.

(Andrea D'Addio)



Cast

    Alan Paule

... Andy

    Angel Aquino

... Lourdes

    Cherry Pie Picache

... Jess

    Johnny Delgado
(58 anni circa in questo film)

... Mang Rudy

    Juliana Palermo

... Grace

    Loren Novero

... Conrad

Dati Tecnici

Nazione

 

Filippine

Regia

 

Brillante Mendoza

Produzione:

 

CenterStage Productions

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................