La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

In Coda ai Titoli

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




04/10/2006
Sabato 14 ottobre


05/10/2006
Domenica 15 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Giovedì 19 ottobre

..............................

In Coda ai Titoli

(In Coda ai Titoli - Dailies)

Film del: 2006     Genere: Documentario
Durata: 70 minuti   



Trama:

Omaggio a tutte le maestranze del cinema, a tutti coloro che costituiscono le fondamenta dell'industria cinematografica ma il cui nome è inserito sempre fra i titoli di coda.



Vota il film!

Voto medio: 5,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: In Coda ai Titoli

Dietro le quinte di un set cinematografico succedono molte cose. Nascosti dietro i fondali di un film storico, western o anche di una semplice commedia si agitano uomini con martelli in mano pronti a battere chiodi, o su scale cercando di posizionare un proiettore, oppure dietro un ventilatore, sperando di ricreare un finto vento capace di far spettinare i capelli dell'attrice del momento.

Per il regista Riccardo Paoletti queste persone sono quasi come i personaggi di un film, forse con storie più interessanti da raccontare, più vere e vicine al pubblico. Il cineasta omaggia così le maestranze cinematografiche, girando Dailies- In coda ai titoli.

Documentario sentito ed appassionato su quelle persone che si agitano nell'ombra, protagonisti solo dei titoli dei coda; in quei momenti dove, nella sala cinematografica, gli spettatori già prendono il cappotto pronti per andarsene o riaccendono subito il cellulare, non curanti delle altre vite che, scorrendo sullo schermo, sono state forse la vera anima del film.

Si incrociano così le vicende della mitica Iole Cecchini, parrucchiera da più di cinquant'anni sempre con il pettine in mano, e quelle di Sergio Serantoni, il quale dice: “chiamatemi Peppinello, perché con il mio vero nome, al cinema, chi me conosce?”. Così si parla anche del “Fagiolo” e del “Facioletto”, figlio del “Fagiolo”, del “Farfalla”, perchè aveva le orecchie a sventola, e di “Nerone”, capo macchinista che si divertiva a sputare palline di piombo agli attori, mentre recitavano.

Storie di quando “al cinema non si faceva altro che scherzà” dirà ad un certo punto uno degli intervistati. Ma a queste vite si intrecciano in piccoli episodi celati anche quelle di Anna Magnani, Totò, Alberto Sordi, Richard Burton, come se, nel lasso di tempo che ricopre la lavorazione di un film, non ci siano barriere fra chi è più famoso e chi, invece, non lo è per niente.

Queste persone parlano del cinema nascosto con un certo disincanto ed, allo stesso tempo, una smisurata ed interminabile ammirazione. Quello di Dailies-In coda ai titoli non è il cinema sgargiante delle passerelle o delle premiere, ma quello sporco della polvere di un teatro di posa, che vive tra un ciak e l'altro, aspettando che il regista dica “Azione”. Rendendo così protagonisti almeno una volta chi con chiodi e martello, cavi e proiettori, ha costruito, e continua farlo, il “Più bello spettacolo del mondo”.

(Marco Massaccesi)



Cast

    Giuseppe Bertucci

... Emilio Lari

    Delio Catini

... Antonio Leurini

    Iole Cecchini

... Francesco Pandolfi

    Angelo Ciaiola

... Furio Rocchi

    Claudio Diamanti

... Sergio Serantoni

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Riccardo Paoletti

Produzione:

 

Lotus Production

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................