La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Faute à Fidel

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




04/10/2006
Sabato 14 ottobre


05/10/2006
Domenica 15 ottobre


05/10/2006
Lunedì 16 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre


15/10/2006
Conferenza Stampa La Faute à Fidel

..............................

La Faute à Fidel

(La Faute à Fidel - Tutta colpa di Fidel)

Film del: 2005     Genere: Drammatico
Durata: 99 minuti   



Trama:

La serena esistenza di una bambina di 9 anni stravolta dall'impegno politico dei genitori.



Vota il film!

Voto medio: 6,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Faute à Fidel

Il mondo della letteratura (« Il Sentiero dei Nidi di Ragno » di Italo Calvino su tutti) e del Cinema (Totò le Héros di Jaco Van Dormael, tra gli altri) è spesso frequentato da bambini che raccontano la loro visione del mondo. Eppure non c'è ne mai abbastanza, specie se il racconto è così vivace e profondo come nel caso del primo lungometraggio di Julie Gavras.

Da sempre a contatto con il mondo della sinistra militante (il padre è il “maestro” Costa Gavras), Julie dà un analisi dura ma poetica dell'essere comunisti in un epoca difficile come quella degli anni settanta. Anna, la bambina, a prima vista più reazionaria di un adulto, è costretta ad affrontare dei cambiamenti che benché traumatici la renderanno più comprensiva ed aperta nei confronti di un mondo che piano piano imparerà a conoscere con la curiosità tipica dei bambini.

Un mondo popolato da gente strana, “barbudos” che si riuniscono per decidere la guerra nucleare (ovviamente l'impressione è puramente bambinesca), una tata messa sulla strada da Fidel, personaggi biblici rivisitati in una chiave giusta e tanto altro: questo è il terreno su cui Anna e François, suo fratello, cresceranno scoprendo un mondo più libero in cui il contenuto sarà più importante della forma.

Eppure la Gavras non è così tenera nei confronti delle motivazioni di una sinistra borghese che cambia progetti per sensi di colpa o per frustrazioni senza accorgersi dei suoi affetti più vicini. Le Faute à Fidel è proprio e prima di tutto un film sugli affetti in cui i genitori non capiscono più i figli ed il contrario. E se per il comportamento dei più piccoli è più facile trovare una giustificazione (sono piccoli!), lo è meno per i grandi che quasi invasati da un sacro fuoco non riescono a districarsi alla meglio.

Forse Anna ha molto più da insegnare ai suoi di quanto loro possano insegnare a lei. Il suo trasporto spontaneo senza mezzi termini o giustificazioni è quanto di più poetico si possa trovare. E se i grandi conservassero quella spontaneità nei confronti delle cose forse andrebbe tutto meglio. Una parte del merito nella riuscita del film va data anche agli attori, tutti bravi (un inedito Stefano Accorsi metà spagnolo e metà francese) con i due bambini una spanna sopra: divertenti, poetici, drammatici, espressivi e veramente straordinari. E sono proprio loro due che alla fine ci potrebbero far alzare il pugno al cielo con tutto l'entusiasmo che ormai non si trova più, neanche in politica. “Hasta la Victoria”, a prescindere da Fidel.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Nina Kervel

... Anna

    Martin Chevallier

... Fran?ois

Julie Depardieu   Julie Depardieu
(32 anni circa in questo film)

... Marie

Stefano Accorsi   Stefano Accorsi
(34 anni circa in questo film)

... Fernando

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Julie Gavras

Sceneggiatura

 

Julie Gavras / Arnaud Cathrine

Fotografia:

 

Nathalie Durand

Colonna Sonora

 

Armand Amar

Produzione:

 

Gaumont

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................