La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

This Is England

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Competizione

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre


05/10/2006
Giovedì 19 ottobre


06/10/2006
Venerdì 20 ottobre


20/10/2006
La Vita ai Tempi della Tatcher

..............................

This Is England

(This is England)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 98 minuti   Uscito al cinema il: 26/08/2011   



Trama:

Shaun è un ragazzino di dodici anni, senza padre, che trova, a sorpresa, compagnia e
comprensione in un gruppo di skinhead, sullo sfondo dell’Inghilterra di Margaret Tatcher.



Vota il film!

Voto medio: 6,71

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: This Is England

Cominciamo col dire che qualsiasi film che presenti nella colonna sonora la più bella canzone pop di sempre, ovvero “Please, please, please let me get what I want” degli Smiths, anche se in una cover non delle migliori, merita perlomeno un’attenzione positiva. Se poi considerate che, a prescindere dalla colonna sonora, This is England è veramente un grande film, allora non ci si può esimere dal consigliarlo.

Uno sguardo su un Inghilterra martoriata dalla Tatcher, che stranamente era malvista sia dalla sinistra (era l’epoca del grande sogno del Red Wedge) sia dalla destra militante (il National Front che sempre ritorna). Ed è proprio quest’ultima la categoria bersagliata dal film di Shane Meadows. Qui la violenza con cui maldestramente si cerca un riscatto sociale è accentuata dai proclami di quei mascalzoni, in giacca e cravatta, che attizzano l’ignoranza delle masse sull’idea agghiacciante di Nazione. Visto che i politici che stanno in alto pensano a cose così distanti da tanta gente che vive ai margini, allora la “giustizia” è meglio farsela da soli.

L’Inghilterra della Tatcher dei primi anni ottanta era quella dei tre milioni e mezzo di disoccupati, del conservatorismo esagerato, della guerra delle Falkland che non servì a nient’altro che all’immagine pubblica della Lady di Ferro, ma fece più di mille morti. In quel panorama confuso la chiamata alle armi per difendere la propria terra e l’immigrazione erano elementi per sbandierare teorie deliranti su una soluzione possibile.

Eppure This is England fa chiarezza anche sul fatto che contrariamente ai luoghi comuni in cui tutti cascano (gli skinheads con le Doctor Marteens sono tutti di destra), c’era una gioventù che malgrado le apparenze cercava di fondare una comunità più aperta (la culturi Oi!, malgrado le teste rasate e i bomber, era dichiaratamente di sinistra così come la cultura Ska). E nello stile tipicamente inglese tira fuori le cause e gli effetti senza pregiudizi di sorta.

Ma il film di Shane Meadows, malgrado tutta la violenza trattata è anche un “poetico” film sul cambiamento necessario per diventare grandi, mentre c’è tanta gente che rimane ferma al palo . Il piccolo Shaun, interpretato dallo straordinario (lui, come tutti gli altri attori) Thomas Turgoose impara sulla propria pelle che tutto ciò che lo circonda non è un gioco, ma anzi è più duro di una guerra. E se la guerra quotidiana si confonde per immaginazione con quella “vera”, quella dall’altra parte del mondo, vestiti da soldati, è perché non si riesce a trovare una semplice strada d’uscita a qualcosa che dovrebbe essere scontato: il diritto a una vita “normale”. E se guardate bene, malgrado la guerra abbia un altro nome, il 1983 non è poi così lontano.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Thomas Turgoose

... Shaun

Stephen Graham   Stephen Graham
(33 anni circa in questo film)

... Combo

    Jo Hartley

... Cynth

    Andrew Shim

... Milky

Vicky McClure   Vicky McClure

... Lol

    Joe Gilgun

... Woody

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Shane Meadows

Sceneggiatura

 

Shane Meadows

Fotografia:

 

Daniel Cohen

Colonna Sonora

 

Ludovico Einaudi

Produzione:

 

Big Arty Productions / FilmFour / UK Film Council / Optimum Releasing

Distribuzione:

 

Officine UBU

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................