La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Offset

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Fuori Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre


05/10/2006
Giovedì 19 ottobre


06/10/2006
Venerdì 20 ottobre

..............................

Offset

(Offset)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 109 minuti   



Trama:

La storia di Felix, Brindusa e Nicu in un triangolo amoroso sullo sfondo di una Bucarest provata da anni di repressione.



Vota il film!

Voto medio: 6,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Offset

"Film attualissimo questo Offset del tedesco Didi Danquart presentato nell'ambito delle due giornate sul cinema tedesco presenti nel programma della Festa del Cinema di Roma.

Attualissimo perché affronta con piglio originale il problema dell'integrazione dei paesi dell'Est in quel variegato e spesso contraddittorio mondo che dovrebbe essere l'Europa unita. Integrazione che riesce difficile anche in casa nostra nonostante l'Italia sia una delle nazioni fondatrici dell'Europa di Bruxelles. Integrazione che è quasi un miraggio nella Bucarest del post comunismo.

Il poco più cinquantenne regista di Singen affronta la storia scegliendo un tono che ondeggia tra il drammatico ed il farsesco affidandosi anche alla buona caratura degli attori che compongono il cast. Bravo nel tratteggiare i personaggi, anche se il tono farsesco tende a volte a renderli eccessivamente fuori le righe, trasmette anche con quelli che possono sembrare solo particolari, il senso di disagio e soprattutto la distanza, ancora, abissale, che divide l'occidente dall'Europa dei cosiddetti paesi dell'ex blocco di Varsavia. Il macchinario francese delocalizzato a Bucarest che non si riesce a far funzionare a dovere, l'ospedale che gli occidentali guardano con diffidenza, i pingui bagali tedeschi che entrano a fatica in un'automobile made in Romania: tutti segnali, inequivocabili, di differnza che non possono non sfociare in un conflitto. Scontro vero e proprio quando poi in mezzo ci sono in gioco anche i sentimenti. Allora ecco che l'italiano con cui la madre dell'affascinate Brindusa fuggì quando lei aveva solo tre anni, i francesi che tergiversano nel firmare il contratto decisivo per il futuro della tipografia, il tedesco, Stefan, che soffia l'amante a Nicu, padrone della fabbrica, diventano nemici e traditori come ricorda Nicu ai francesi ricordando loro di aver "venduto" Giovanna d'Arco agli inglesi circa 700 anni fa...

Conflitto e differenze che Danquert enfatizza avendo un'estrema cura degli ambienti e degli arredi e mettendo in risalto le "pittoresche", e così ingenue, abitudini dei rumeni tali da risultare quasi infantili rispetto alle solide certezze degli occidentali con cui si confrontano.

Come detto il fim si avvale di un discreto stuolo di attori tra i quali brillano la brava Alexandra Maria Lara nei panni di Brindusa e Razvan Vasilescu nel ruolo di Nicu il burbero ma travolgentemente innamorato di Brindusa.

Il finale è a sorpresa e così veracemete peculiare da lasciarci fortemente "interdetti".

(Daniele Sesti)



Cast

Alexandra Maria Lara   Alexandra Maria Lara
(28 anni circa in questo film)

... Brindusa

    Felix Klare

... Stefan

    Katharina Thalbach
(52 anni circa in questo film)

... Signora Fischer

    Manfred Zapatka
(64 anni circa in questo film)

... Signor Fischer

    Razvan Vasilescu

... Iorga

Dati Tecnici

Nazione

 

Germania

Regia

 

Didi Danquart

Sceneggiatura

 

Didi Danquart / Cristi Puiu / Razvan Radulescu

Fotografia:

 

Johann Feindt

Produzione:

 

Integral Films / Unlimited / C-Films / Noir Film

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................