La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Falkenberg Farewell

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Giornate degli Autori

..............................



Falkenberg Farewell

(Falkenberg Farewell)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 91 minuti   


Contraltare al fermento interiore dei protagonisti, la leggerezza estetica, immobile, della natura che li circonda.


Trama:

L’ultima estate a Falkenberg, cittadina costiera svedese, un trionfo di boschi, di mare, di benessere fisico ed economico. Cinque giovani, amici d’infanzia, legati per la vita - o forse no. E la sensazione indefinibile, ma soffocante, che la gioventù sta finendo, che forse non andranno mai via di lì, che nulla sarà mai più come prima.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Falkenberg Farewell

Entrare nel mondo degli adulti non è facile, per nessuno. Se l'infanzia è stata magica si cerca di rimandare il più possibile il momento del grande cambiamento per non perderla per sempre. Così ci si ritrova ad avere quasi trent'anni e a vivere una vita fatta già di ricordi.

Il giovane Jesper Ganslandt, regista svedese al primo lungometraggio, racconta senza esitazioni ciò che meglio conosce: la sua vita, quella dei suoi amici e di tutta una generazione di giovani che si riflette in questo film come in uno specchio. Scelte posticipate a quando sarà il momento giusto (che non arriva mai), incomprensioni con i genitori, giochi ancora infantili, droghe per appagare il bisogno di sentirsi vicini e sensi di colpa per esserci cascati un’altra volta dichiarano il disagio di chi non appartiene a nessun mondo, in transito fra un passato perduto ed un futuro incerto. Solo chi sta vivendo simili sentimenti può essere capace di trasmetterli chiaramente, per questo si comprende l’urgenza del regista di girare questo film adesso.

I cinque amici, seguiti da una telecamera a mano, vivono un'estate di confusa transizione. Sanno di trascorrere gli ultimi giorni assieme e che le loro strade si divideranno: qualcuno deciderà di trasferirsi in città, qualcun'altro ci andrà davvero. Molte confidenze rimarranno buoni propositi, senza il disturbo di prendersi troppo sul serio rigettando la fatica di vivere con lo sguardo proiettato verso il futuro. Ciacuno reagisce come può, non tutti vogliono affrontare il domani. Chi decide di farla finita non è necessariamente il più debole di loro: dalle pagine del diario di Holger (Holger Erksson), preziosa eredità per l’amico fraterno David (David Jonsson), emergono riflessioni lucide e profonde in cui il rifiuto di una felicità irraggiungibile senza compromessi conduce ad un’inesorabile fine.

Contraltare al fermento interiore dei protagonisti, la leggerezza estetica, immobile, della natura che li circonda. Se la bellezza classica dei corpi spogli svela un'intimità che rimane delicata anche nei movimenti più rudi, la loro nudità fa resuscitare per un poco quell'infanzia così rimpianta, cristallizzata per sempre nei ricordi edulcorati di chi un tempo l’ha vissuta. Il saluto a Falkengberg, la cittadina costiera in cui hanno sempre vissuto, diventa allora il congedo, definitivo per qualcuno, da un luogo della memoria.

(Valentina Vivarelli)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Svezia / Danimarca

Regia

 

Jesper Ganslandt

Produzione:

 

Memfis Film

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................