La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Retribution

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Fuori Concorso

..............................



Retribution

(Sakebi )

Film del: 2006     Genere: Horror / Mistero / Thriller
Durata: 103 minuti   



Trama:

Un investigtore che indaga su un serial killer che affoga le vittime in acqua di mare è ossessionato da una donna assassinata vestita di rosso.



Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Retribution

I fantasmi si impongono quando c’è qualcuno che tenta di eludere i conti con il proprio passato. Non sempre appaiono per giudicare. La loro manifestazione turba il presente, mette in discussione la possibilità di avere un futuro, ma offre una possibilità di espiazione per un tormentato passato.

Kurosawa Kioshi gira a Tokyo una storia di fantasmi che popolano una città di morti. Cadenzati terremoti scuotono la coscienza del protagonista, Yakusho Koji, che è chiamato ad investigare su una serie di delitti che in comune hanno l’acqua salata nella quale vengono ritrovate le vittime. Nella periferia della metropoli si abbattono edifici per lasciare spazio a nuove costruzioni. Il futuro incontra il passato togliendo qualsiasi orientamento all’uomo di oggi. I sogni si fondono con la realtà e le macerie della coscienza stentano a venire fuori. L’acqua salata, un ospedale psichiatrico, anime lasciate morire nell’indifferenza aprono la strada all’alienazione ed alla solitudine. Assordanti fantasmi intervengono imponendo un cammino a ritroso nella propria coscienza chiudendo qualsiasi via di fuga ad un uomo costretto a chiudersi nella propria mente in cerca di coccole, comprensione, espiazione e forse perdono.

Le crisi del protagonista si intrecciano con quelle degli assassini. Tutti sono colpevoli, chi più chi meno di aver condotto la propria esistenza verso la rovina, deambulando incapaci di intendere e volere. La verità allora perseguita chi corre incontro alla morte fuggendo da un passato che non sa affrontare, che non comprende, che preferisce dimenticare. Il presente è dunque solo una visione del futuro. Non tutto è tecnologico e perfetto. Sulla costa alla periferia di Tokyo dove il film è ambientato, rimangono dei ruderi dove i fantasmi albergano in attesa ti manifestarsi. Non basta però vestirli di rosso, farli volare ed urlare per scuotere lo spettatore. Troppo facile perdersi alla ricerca di un senso che vada oltre l’apprezzabile riflessione su una società che piuttosto che osservare e chiedere, distrugge per ricominciare tutto da capo.

(Andrea Monti)



Cast

Koji Yakusho   Koji Yakusho
(50 anni circa in questo film)

... Yoshioka

    Manami Konishi
(28 anni circa in questo film)

... Harue

    Hiroyuki Hirayama

    Joe Odagiri

... Dr. Takagi

Dati Tecnici

Nazione

 

Giappone

Regia

 

Kiyoshi Kurosawa

Sceneggiatura

 

Kiyoshi Kurosawa / Takashige Ichise

Distribuzione:

 

Mikado

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................