La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

I Racconti di Terramare - Earthsea

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Fuori Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




19/04/2007
Le uscite del fine settimana. The Good Shepherd, così nacque la CIA

..............................

I Racconti di Terramare - Earthsea

(Gedo Senki )

Film del: 2006     Genere: Animazione / Avventura / Fantastico / Romantico
Durata: 115 minuti   Uscito al cinema il: 20/04/2007   


Se da un lato la visione del lungometraggio è sicuramente riconciliante per lo spirito diventa noiosamente irritante quando l’eccessiva lentezza ci travolge


Trama:

Arren è un giovane mago che rischia di abbandonare il cammino cadendo nelle tenebre, ma l'anziano Sparviero, lo aiuterà e preparerà allo scontro con Cob.



Vota il film!

Voto medio: 6,40

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: I Racconti di Terramare - Earthsea

Del romanzo di Ursula K. Le Guin (uscito in Italia come La Saga di Earthsea) rimane decisamente poco in quest’opera del figlio del Maestro Miyazaki. Eh, si, figlio, perché per affrancarsi da questo attributo il giovane Goro dovrà farne parecchia di strada.
Il supporto dello Studio Ghibli, gli garantisce una pulizia estetica indiscutibile come anche una qualità di animazione incontestabile, ma finisce qui. Anche perché il fardello del giovane “padawan” si ingrandisce con personaggi dalle fattezze troppo simili a quelle del genitore, problema che affligge anche lo sviluppo della trama legato ai consueti temi ambientali.

Se da un lato la visione del lungolungolungometraggio è sicuramente riconciliante per lo spirito, catapultati come siamo in un mondo fiabesco e bucolico, diventa noiosamente irritante quando l’eccessiva lentezza di questa comunità rurale ci investe anche come spettatori. Interminabili carrellate sui panorami accompagnate da un commento musicale orchestrato, come anche pause canore dei personaggi, minano profondamente la fluidità della trama ed a poco servono un paio di scene d’azione gettate nel calderone.
Se tutto questo non fosse di per sè sufficiente, resta una incontrovertibile debolezza del plot che si riduce al mero scontro “buono-cattivo” con tanto di crollo finale del castello. Un po’ poco per chi dopo aver aperto con una denuncia allo sfruttamento incontrollato delle risorse naturali si è avventurato su un discorso che abbraccia l’essenza stessa del circolo vita-morte.

Al giovane Goro non riesce quindi di portare avanti il discorso su due piani narrativi: la storia vera e propria ed il messaggio “elevato” dando quindi la sensazione di aver fatto il passo più lungo della gamba, ma dimostra di avere i numeri per diventare un grande dell’animazione, ci auguriamo quindi che si dedichi – per ora – ad argomenti più leggeri che ne sappiano valorizzare l’indubbia tecnica.

Resta un dubbio, e non da poco: perché Arren ha ucciso il padre?

(Valerio Salvi)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Giappone

Regia

 

Goro Miyazaki

Sceneggiatura

 

Goro Miyazaki / Ursula K. Le Guin / Keiko Niwa

Colonna Sonora

 

Tamiya Terajima

Produzione:

 

Studio Ghibli

Distribuzione:

 

Lucky Red

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................
L'ULTIMA OPINIONE


Tale padre... tale figlio... NO!

..............................

leggi le opinioni

..............................

scrivi la tua opinione

..............................