La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Yeyan

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Fuori Concorso

..............................



Yeyan

(Ye Yan)

Film del: 2006     Genere: Azione / Drammatico
Durata: 131 minuti   



Trama:

In un'epoca di profonda violenza, l'imperatore viene ucciso dal fratello che si impadronisce del trono, fa sua l'imperatrice e commissiona l'omicidio del nipote, legittimo aspirante al trono. Fra intrighi di corte e amori più o meno celati, la bella imperatrice dovrà far valere le proprie rivendicazioni con metodi spesso cruenti...



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Yeyan

Parte da un’antica leggenda cinese, il regista Feng Xiaogang, per raccontare, con ambientazioni e musiche sofisticate e lussureggianti, la storia d’amore che lega due generazioni di uomini e un Paese ad una donna bella e ambiziosa, capace di essere più dura della pietra e più rovente del fuoco.
Abbandonati i suoi cosiddetti “film di capodanno”, Xiaogang alleggerisce i toni, focalizza l’attenzione sui sentimenti e sulle mille sfumature che questi possono assumere e disegna dei personaggi forti, a loro modo unici, uniti tutti da un filo rosso, come il sangue che sgorga copioso in ogni dove.

La bella imperatrice, che da troppo tempo ormai ha dimenticato il suo nome e il suo essere semplicemente donna, per assumere - forse addirittura controvoglia - un ruolo che non si confà alla sua dolcezza sapientemente celata, ha un piano ben preciso e lo persegue con tutta sé stessa.
Fra battaglie e sotterfugi, fra lotte fratricide subdole e dolorose, lei procede regale e fiera, come il suo portamento. Nulla potrà frapporsi fra lei ed il potere: la tragedia si prefigura fin da subito, ma i risvolti lasceranno di stucco, poiché si svilupperanno in maniera del tutto inaspettata e con molti colpi di scena.

La narrazione procede spedita, anche se a tratti si sofferma troppo su alcuni particolari che servono più ad elevare la qualità artistica della fotografia che a dare maggiori dettagli sulla storia stessa.
I costumi, stupendi e preziosi, riprendono i colori dominanti di tutto il film, il rosso e il nero: rosso come il sangue dei nemici, nero come la fierezza della dinastia regale.
Gli elmi dei soldati sono preziosi, le sculture ricche di riferimenti mitologici.

La realizzazione si rifà a quello che ormai è diventato un “must” del cinema orientale: cavalieri volanti, dame esperte nell’arte della spada, fanciulle coraggiose, soldati spietati, potenti che si sciolgono di fronte ad una bellezza quasi eterea.

Molto brava l’affascinante Ziyi Zhang, che, dopo La foresta dei pugnali volanti, è diventata la nuova musa d’oriente, con quegli occhi da cerbiatta spaurita, capaci di lanciare all’occorrenza sguardi raggelanti e quel portamento “naturalmente” regale.

(Teresa Lavanga)



Cast

    You Ge

... Imperatore Li

Ziyi Zhang   Ziyi Zhang
(27 anni circa in questo film)

... Imperatrice Wan

Daniel Wu   Daniel Wu
(32 anni circa in questo film)

... Principe Wu Luan

    Jingwu Ma

... il Ministro

    Xiaoming Huang

... figlio del Ministro

Xun Zhou   Xun Zhou
(30 anni circa in questo film)

... Qing Nu

Dati Tecnici

Nazione

 

Hong Kong / Cina

Regia

 

Xiaogang Feng

Sceneggiatura

 

Xiaogang Feng / Tai An-Ping Chiu

Fotografia:

 

Li Zhang

Colonna Sonora

 

Tan Dun

Produzione:

 

Huayi Brothers / Media Asia Films

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................