La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Quelques Jours en Septembre

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Fuori Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




07/09/2006
Intervista a Santiago Amigorena

..............................

Quelques Jours en Septembre

(Quelques Jours en Septembre )

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 112 minuti   


Il thriller si tinge di noir seguendone i canoni, almeno nella prima parte, tipicamente francesi


Trama:

1 Settembre 2001. Elliot, un agente della CIA che conosce informazioni segrete sul futuro del mondo, sparisce. Il suo solo scopo è contattare la figlia Orlando, abbandonata dieci anni prima.
Lo aiutano nell'impresa Irène, un agente francese che in passato ha lavorato con lui, e David, suo figlio adottivo.
Inseguito da William Pound, uno psicotico, fra mille pericoli di spionaggio internazionale, Elliot riuscirà ad ottenere ciò che vuole l'11 settembre.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Quelques Jours en Septembre

Opera prima del regista Santiago Amigorena (già sceneggiatore di Autoreverse, commedia noir del 2003) il film si svolge nell’arco di pochi giorni (dieci) nel settembre 2001 e si conclude poche ore prima del fatidico 11 settembre. Il mistero della spia americana senza patria e senza gloria si dirige in quella data lasciando all’immaginario collettivo dubbi e certezze di una tragedia (forse) preannunciata.

Il thriller si tinge di noir seguendone i canoni, almeno nella prima parte, tipicamente francesi: poco chiasso, assenza di sparatorie tranne la scena finale, molto dialogo. Anche gli inseguimenti sono discretamente evidenti ed accettati. Quasi introspettivo.

Ma è un thriller e la presenza americana, volutamente rimarcata da uno dei protagonisti, dà inizio ad un balletto polemico e quasi ironico sulla differenza “culturale” fra le due grandi potenze: l’Europa e l’America. Il solito ritornello dove apparentemente “vince” l’introspettività europea ma abbraccia la genuinità superficiale americana. Infatti i due ragazzi, la figlia francese abbandonata e rancorosa nei confronti di Elliot e il figlio adottivo americano scopriranno naturalmente di amarsi, complice una Venezia da cartolina che li costringerà ad una sonnolenta attesa del misterioso padre.

Non convince il vecchio e stanco Nick Nolte alle prese coi soliti rigurgiti affettivo-filiali solo quando ci si sente prossimi alla fine e che, per riscattarsi, vuole assicurare il benessere economico ai familiari. E convince poco anche la splendida Juliette Binoche nelle vesti di un’addestratrice di spie. Maneggia per tutto il film una pistola quasi reticente, speranzosa di non doverla mai usare con una flemma e delicatezza che incanterebbe chiunque, anche il più spietato killer del film: John Turturro. Decisamente valida l’interpretazione di quest’ultimo nei panni di uno psicotico ironico e poeta agente alle calcagna di Elliot. Cruento e psicolabile quanto basta per alzare il tono splatter del film. Divertente e paradossale il rito di telefonare al proprio psicanalista prima o dopo un omicidio.

Un film gradevole ma non eccellente che si perde un po’ nella seconda parte.

(SIlvia Donnini)



Cast

Juliette Binoche   Juliette Binoche
(42 anni circa in questo film)

... Irene

John Turturro   John Turturro
(49 anni circa in questo film)

... William Pound

Nick Nolte   Nick Nolte
(65 anni circa in questo film)

... Elliott

Sara Forestier   Sara Forestier
(20 anni circa in questo film)

... Orlando

    Tom Riley

... David

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Francia

Regia

 

Santiago Amigorena

Sceneggiatura

 

Santiago Amigorena

Fotografia:

 

Christophe Beaucarne

Colonna Sonora

 

Laurent Martin

Produzione:

 

Paulo Branco

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................