La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Falling

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
Concorso

..............................



Falling

(Fallen )

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 88 minuti   


Solidarietà e forte compassione (cioè il "sentire insieme") che probabilmente solo un cinema interamente coniugato al femminile è capace di trasmettere


Trama:

Nina, Brigitte, Alex, Nicole e Carmen si ritrovano per un funerale. Sarà l'occasione per ripecorrere la loro amicizia tra gioie e rancori e capire se c'è ancora un futuro per loro.



Vota il film!

Voto medio: 5,80

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Falling

Se vi parlassino di un film dove alcuni amici si rincontrano dopo anni di lontananza al funerale di un loro amico, vi verrebbe immediatamente in mente Il grande freddo. In Fallen, presentato in concorso alla 63° Mostra del Cinema di Venezia, accade proprio questo con la differenza che l'amico morto è invece un professore di liceo, gli amici sono amiche e non c'è l'America a far da sfondo alla storia che si racconta, ma la precisa e pulita Austria. Ma i rimpianti e i rimorsi sono gli stessi, le speranze ed i sogni svaniscono e si infrangono sulle Alpi così come nei boschi americani.

Il punto debole dell'opera di Barbara Albert - lanciatissima regista austriaca qui al suo quarto lungometraggio e con alle spalle anche una carriera di documentarista - è proprio quello di trattare un tema al quale il cinema, negli ultimi venti anni, si è avvicinato molto spesso anche se con risultati alterni. Raccontare quindi la storia di un come eravamo senza risultare ripetitivi e scontati è cosa difficile, oggi. Problema che la Albert sembra aver presente ed al quale cerca di ovviare scrivendo una sceneggiatura nella quale si nota lo sforzo di mantenersi originale e che la direttrice propone scandendola con quadretti che ne enfatizzano le singole parti quasi come se ognuna dovesse lanciarci messaggi separati.

Film di visi ripresi con primi piani nei quali una luce intensa ed impietosa mette in risalto le peculiarità somatiche delle cinque attrici delle quali si apprezza la passione con la quale si immedesimano nei loro ruoli. Sentono la storia che interpretano e la sensazione e che ne condividano le finalità. Ogni amica ha la sua storia da raccontare, ognuna ha la sua verità ed ogni verità ha le sue bugie o le sue reticenze dietro le quali è più facile nascondersi e sentirsi protette. In una sorta di notte folle trascorsa tra un indemoniata festa di matrimonio dove, come in una commedia degli equivoci si scambiano le parti ed i ruoli, e un' alba annunciata da un vento che sembra far venir meno le insicurezze di ciascuna, le cinque amiche sembrano ritrovare quella solidarietà che solo il "comune sentire" di venti anni prima aveva fatto provare loro.

Solidarietà e forte compassione (cioè il "sentire insieme") che probabilmente solo un cinema interamente coniugato al femminile è capace di trasmettere.

(Daniele Sesti)



Cast

Nina Proll   Nina Proll
(32 anni circa in questo film)

... Nina

Birgit Minichmayr   Birgit Minichmayr
(29 anni circa in questo film)

... Brigitte

Ursula Strauss   Ursula Strauss

... Alex

    Kathrin Resetarits

... Carmen

    Gabriela Hegedus

... Nicole

Dati Tecnici

Nazione

 

Austria

Regia

 

Barbara Albert

Sceneggiatura

 

Barbara Albert

Fotografia:

 

Bernhard Keller

Produzione:

 

Coop 99

Distribuzione:

 

Istituto Luce

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................