La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Egytleneim

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2006
SIC

..............................



Egytleneim

(Egytleneim)

Film del: 2006     Genere: Drammatico
Durata: 76 minuti   



Trama:

Una coppia di amanti alla deriva nella Budapest odierna: la fine del rapporto, i tradimenti, le bugie, la rottura, i rapporti con gli amici, i nuovi tentativi di conquista, in un quadro dove si mischiano commedia e dramma sentimentale.



Vota il film!

Voto medio: 3,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Egytleneim

Primo lungometraggio (e si vede!...) di un giovane regista neodiplomato in una prestigiosa scuola di cinema ungherese, questa opera ripropone il delicato problema della selezione, da parte della Commissione incaricata, dei film presentati in sezioni anche minori di una Mostra del Cinema.
Possibile che tra le tante opere prime selezionate non ci fosse niente di meglio di questo sconclusionato lavoro che vorrebbe essere uno spaccato sui disagi del mondo giovanile ungherese, sulla difficoltà di un rapporto d’amore e risulta invece essere un inutile bombardamento di suoni e immagini che alla fine lasciano spossato lo spettatore?

Krisztian dorme in una chiatta sul fiume, discute con gli amici sulle tecniche di abbordaggio, fa domande che vorrebbero essere provocanti ma sono solo patetiche a giovani ragazze che incrocia nel suo bighellonare per Budapest, si fidanza con una biondina dal passato drammatico, lei rimane incinta di un altro ed abortisce, lui la violenta, lei parte in treno,lui si ubriaca con un amico e mette a soqquadro una stazione della metropolitana, un tassista-filosofo lo riporta a casa con un dialogo ridicolo, tutto questo inserito in una struttura circolare dove l’inizio è forse anche la fine del racconto, in una struttura volutamente senza né capo né coda e tutto si rincorre senza soluzione di continuità.

Nemes forse vorrebbe descrivere l’alienazione della coppia, la noia delle serate di Budapest, i tormenti dell’abbandono in una alternanza di commedia e dramma, ma alla fine rimane solo l’impressione di un vuoto esercizio stilistico, con piani sequenza di nove minuti, con un montaggio schizofrenico che alterna fasi lente ad uno stile da videoclip a basso budget, con un protagonista così antipatico da invogliare lo spettatore ad unirsi a coloro che lo malmenano.
La colonna sonora, scritta da un musicista piuttosto noto nei circoli underground di Budapest, alterna sonorità dance a quelle elettroniche ed è uno dei motivi del fuggi-fuggi che ha accompagnato la proiezione di questo film in un’opera di 70 minuti che ad alcuni è parsa interminabile.

(Salvatore Todaro)



Cast

    Agi Szép

    Agnes Kovalik

    Eszter Tompa

    Kata Nemes Takàch

    Krisztiàn Kovàcs

    Orsi Tòth

Dati Tecnici

Nazione

 

Ungheria

Regia

 

Gyula Nemes

Sceneggiatura

 

Gyula Nemes / Tamàs Beregi / Làszlò Garaczi

Fotografia:

 

Balàsz Dobòczy

Colonna Sonora

 

DJ Pilotai

Produzione:

 

Mediawave 2000 Kft

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................