La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

A Scanner Darkly - Un Oscuro Scrutare

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2006
Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




05/10/2006
Martedì 17 ottobre


05/10/2006
Mercoledì 18 ottobre

..............................

A Scanner Darkly - Un Oscuro Scrutare

(A Scanner Darkly)

Film del: 2006     Genere: Animazione / Azione / Drammatico / Fantascienza / Mistero
Durata: 100 minuti   Uscito al cinema il: 20/10/2006   


“Once a guy stood all day shaking bugs from his hair” ("Una volta un tizio stette tutto il giorno a frugarsi in testa cercando pidocchi").


Trama:

Quando un poliziotto sotto copertura viene incaricato di iniziare a spiare i suoi amici, si trova lanciato in un allucinante viaggio verso l'assurdo dove sarà impossibile distinguere amici da nemici e la vera natura delle relazioni.



Vota il film!

Voto medio: 6,80

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: A Scanner Darkly - Un Oscuro Scrutare

Affrontare direttamente e senza compromessi uno dei romanzi più sofferti e personali di Philip K. Dick deve essere stata una scelta obbligata per Linklater. Il regista texano ha sempre subito la fascinazione dell’esile linea che separa veglia e sogno, realtà e fantasia, razionalità e paranoia. L’opera di Dick in particolare ha la lucida capacità di affrontare tali temi in maniera sottile e problematica, ponendo interrogativi fondamentali sulla società di massa.

La “grande” fantascienza infatti non si basa sulla tecnologia perché questa è solo uno strumento per comprendere la natura umana, con la sua radicalizzazione di fenomeni a noi vicini. Ad esempio la “tuta disindividuante” porta alle estreme conseguenze le dinamiche psicologiche del lavoro sotto copertura, attività che mina l’essenza dell’io alle basi più profonde, forma di recitazione estrema che tende ad attenuare pericolosamente la linea di demarcazione tra “attore” e “personaggio”. E quindi tra bene e male, tra giusto e sbagliato, tra realtà e illusione. Dick inoltre immagina una società in cui la droga ha raggiunto livelli di diffusione tali da diventare un vero e proprio “errore sociale”, manifestazione di un libero arbitrio dalle conseguenze distruttive.

Il romanzo è in parte autobiografico, nel senso che descrive il destino di persone care a Dick che per via della loro volontà quasi giocosa di straniarsi dalla realtà si sono autoannientate. Del resto è documentato che anche lo scrittore ha avuto contatto con diverse droghe. La sostanza M, estratta da un fiore di fantasia dal nome scientifico “Mors ontologica”, è un vero e proprio strumento di distruzione della volontà, rappresentato nel film da un pillola rossa, quasi una perversione dello strumento di libertà in Matrix.

Linklater dimostra grande interesse nel legame tra finzione e realtà scegliendo ad esempio Robert Downey Jr, che in passato ha avuto gravi problemi di dipendenza da stupefacenti e qui in una delle sue migliori interpretazioni, nonostante sia stato “cartonizzato” dal rotoscope. La tecnica di animazione di una pellicola con attori in carne ed ossa è stata perfezionata dai tempi di Waking Life, ed è stata resa più omogenea. Mentre nel film del 2001 il cambiamento di stile era giustificato dall’impostazione onirica e visionaria dell’opera, con l’Oscuro scrutare Linklater riesce ad ottenere una vera e propria graphic novel animata, con risultati molto felici. Si tratta in effetti di una delle rare letture davvero filologiche di Dick, seguito alla lettera a partire dalla rappresentazione visuale del magnifico tetrametro giambico che apre il romanzo: “Once a guy stood all day shaking bugs from his hair” (Una volta un tizio stette tutto il giorno a frugarsi in testa cercando pidocchi, nella traduzione di Gabriele Frasca).

(Mauro Corso)



Curiosità:

Anche se il film è ambientato in California, Linklater ha effettuato le riprese ancora una volta nella sua città natale, Austin.



Cast

Keanu Reeves   Keanu Reeves
(42 anni circa in questo film)

... Fred / Bob Arctor

Robert Downey Jr.   Robert Downey Jr.
(41 anni circa in questo film)

... James Barris

Woody Harrelson   Woody Harrelson
(45 anni circa in questo film)

... Ernie Luckman

Rory Cochrane   Rory Cochrane
(34 anni circa in questo film)

... Charles Freck

Winona Ryder   Winona Ryder
(35 anni circa in questo film)

... Donna

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Richard Linklater

Sceneggiatura

 

Richard Linklater / Philip K. Dick

Fotografia:

 

Shane F. Kelly

Colonna Sonora

 

Graham Reynolds

Produzione:

 

Warner Independent Pictures / Thousand Words / Section Eight

Distribuzione:

 

Warner Bros

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................