La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Truman Capote - A Sangue Freddo

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................

..............................
SITO UFFICIALE 2
..............................



..............................
PREMI


oscar
Oscar 2006

Philip Seymour Hoffman   miglior attore

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




17/01/2006
I Golden Globe


05/03/2006
Eccoli, gli Oscar

..............................

Truman Capote - A Sangue Freddo

(Capote)

Film del: 2005     Genere: Biografico / Drammatico
Durata: 98 minuti   Uscito al cinema il: 17/02/2006   


La bravura di Hoffman trova un eccezionale alter ego in Clifton Collins Jr, l’indiano silenzioso e mesto che a tratti gli ruba la scena


Trama:

La vita dello scrittore Truman Capote ed il suo successo letterario di "A Sangue Freddo".



Vota il film!

Voto medio: 7,33

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Truman Capote - A Sangue Freddo

Trasformò l’idea della scrittura, stravolse i parametri del romanzo portandovi la verità nuda e cruda. Piccolo di statura e con una voce stridula e infantile ma già celeberrimo per aver creato l’originale e seduttiva Holly Golightly, Truman Capote segnò il mondo intellettuale dell’epoca, e in maniera definitiva. A farlo assurgere alle alte vette della cultura dalle quali non ne discese più fu “A Sangue freddo”.
Personaggio estremamente complesso da raccontare e ancor più da parafrasare che nonostante la maledizione del doppiaggio - ancora fondamentale nel nostro paese per far uscire un film in sala - Philip Seymour Hoffman traduce in una interpretazione intensa e realistica che mai scade in mera imitazione del modello.

L’approfondimento del regista Bennet Miller e della sceneggiatura di Dan Futterman basata sulla biografia di Gerald Clarke, portano lo spettatore all’interno della stesura di un libro per cui Capote si sentì spesso inadeguato e che, nonostante le proprie colossali ambizioni considerò un’impresa al di sopra delle proprie forze impiegando circa sei anni per portarla a termine.

Divisa visivamente in due parti, la storia si sviluppa in un ideale prima e dopo l’incontro di Truman con Perry Smith, uno dei due assassini della famiglia Clutter.
Spesso lontana dai protagonisti quasi a voler includere il paesaggio immobile e desolato del Kansas e sottolineare la drammatica insensatezza dei terribili omicidi, la macchina da presa si restringe poi sui protagonisti.
E' infatti nel confronto tra l’indiano mezzosangue e lo scrittore che si delineano davvero i caratteri dei due protagonisti. Mentre la ricerca di conforto e aiuto del primo sbatte sulla spietata ricerca di fama e riconoscimenti del secondo si costruisce il loro ambiguo rapporto, che Smith chiamerebbe amicizia nonostante Capote lo disattenda con crudele regolarità.

La bravura di Hoffman trova un eccezionale alter ego in Clifton Collins Jr, l’indiano silenzioso e mesto che a tratti gli ruba la scena con una interpretazione basata su un equilibratissimo mélange di silenzi e confessioni, attraverso cui racconta con eloquenza il tormento di una vita difficile e senza speranza.
Si definisce così, con magistrale giustezza, la doppiezza del titolo che Capote assegnò al suo libro: un sangue freddo che se da una parte segna la carneficina di Holcomb, dall’altra rimarca la freddezza dello scrittore che per anni si tormentò non per l’efferatezza della tragedia o della tragicità del destino segnato dei suoi protagonisti, ma per la continua incertezza in cui vegetava il suo romanzo.

(Valeria Chiari)



Curiosità:

Il film è uscito in America il 30 settembre, il giorno del compleaano di Truman Capote.

Philip Seymour Hoffman ha perso 20 chili per questo ruolo.

Un po' di errori sparsi: il New York Times è impaginato a 6 colonne, ma in quegli anni era ad 8; si vede un codice a barre nel supermercato dove Capote compra gli omogeneizzati, ma il codice fu introdotto negli anni '70; infine la cornetta è collegata al telefono con jack RJ11 che all'epoca non esisteva.



FILM CORRELATI:

  • (1967) A Sangue Freddo

  • Cast

    Philip Seymour Hoffman   Philip Seymour Hoffman
    (38 anni circa in questo film)

    ... Truman Capote

    Clifton Collins Jr.   Clifton Collins Jr.
    (35 anni circa in questo film)

    ... Perry Smith

    Catherine Keener   Catherine Keener
    (45 anni circa in questo film)

    ... Harper Lee

    Bruce Greenwood   Bruce Greenwood
    (49 anni circa in questo film)

    ... Jack Dunphy

    Chris Cooper   Chris Cooper
    (54 anni circa in questo film)

    ... Alvin Dewey

        Mark Pellegrino
    (40 anni circa in questo film)

    ... Richard Hickock

    Bob Balaban   Bob Balaban
    (60 anni circa in questo film)

    ... William Shawn

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    USA

    Regia

     

    Bennett Miller

    Sceneggiatura

     

    Dan Futterman

    Fotografia:

     

    Adam Kimmel

    Colonna Sonora

     

    Mychael Danna

    Produzione:

     

    United Artists / Infinity Media / A-Line Pictures / Cooper's Town Productions

    Distribuzione:

     

    Sony Pictures

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................